Diesel: in Stellantis si lavora sull'Euro 7

Money.it ECONOMIA

Con molta probabilità arriverà entro la fine del prossimo anno e sarà prodotto nello stabilimento di Pratola Serra.

Il Gruppo Stellantis ha investito oltre 30 miliardi di euro in questa delicata fase di transizione energetica, nell’ambito del suo rivoluzionario programma rientra lo sviluppo di un nuovo propulsore estremamente pulito.

Il nuovo motore diesel Euro 7 potrebbe essere utilizzato sui veicoli commerciali Fiat e sui modelli di più larga produzione, dalla Peugeot 208 alle Opel Corsa fino a equipaggiare gli apprezzati SUV Jeep e Citroen. (Money.it)

Se ne è parlato anche su altre testate

Il primo firmatario è il consigliere comunale di maggioranza Vincenzo Sabella che, di intesa con il con tutti gli altri consiglieri di maggioranza, ha chiesto al sindaco Francesco Roberti e alla Giunta Comunale di impegnarsi per "Sollecitare gli organi del Governo Italiano e del Governo Regionale affinchè pongano in essere tutte le iniziative possibili a garantire che la scelta per la costruzione della Gigafactory ricada sul Molise e nelle specifico nella stabilimento Stellantis di Termoli". (Altomolise.net)

abrizio Artale: " Tutto ciò ha una causa: la disorganizzazione del Comune di Palermo". (Trapani Oggi - Notizie di cronaca, politica, attualità Trapani)

– Questa mattina la maggioranza consiliare ha presentato un ordine del giorno per discutere sulla questione della Gigafactory che interessa da vicino lo stabilimento Stellantis di Termoli. (Molise News 24)

Tempo di lettura: 2 minuti. Parla l’AD di Stellantis: la notizia è di quelle che potrebbero far piacere al mondo dell’occupazione italiano. Euro 7 a Pratola Serra: perchè Stellantis vuole scommetterci. (Autoappassionati.it)

Il mercato delle auto elettriche rischia di far schizzare in alto i prezzi delle auto, questo il pensiero dei vertici dell’universo Renault Per produrre auto completamente elettriche servono nuove tecnologie, nuove piattaforme, nuovi metodi di produzione e più soldi. (ClubAlfa.it)

Per questo è oggi la maggioranza di centrodestra al Comune di Termoli – nel silenzio pressoché totale delle minoranze – a chiedere un impegno al sindaco Roberti sulla questione. Anche i sindacati hanno mostrato una certa preoccupazione e in attesa del Piano industriale che verrà svelato l’1 marzo, hanno aperto il tavolo permanente sulla questione Gigafactory. (Primonumero)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr