Renzi: Mia moglie (vaccinata) e mio figlio positivi al Covid

LaPresse INTERNO

Nessun problema di salute grave comunque per la moglie dell’ex premier.

Il leader di Italia Viva a 'L'Aria che Tira': "Può succedere ma chi lo prende dopo il vaccino ha sintomi più lievi per questo bisogna continuare a farlo tutti". La moglie di Matteo Renzi e uno dei figli sono risultati positivi al Covid-19.

“Può succedere ma chi lo prende dopo il vaccino ha sintomi più lievi per questo bisogna continuare a farlo tutti”, dice ancora

La signora Agnese, in quanto insegnante, aveva ricevuto la prima dose del siero di AstraZeneca. (LaPresse)

Ne parlano anche altri giornali

Tutti i dettagli sui dati delle Case. Il vaccino Pfizer-BioNTech è efficace nel prevenire il Covid-19 fino al 91,3%. IL VACCINO DI JANSSEN. (Startmag Web magazine)

Lo rende noto lo stesso leader di Italia Viva alla trasmissione ‘L’Aria che Tira’ su La7. La signora Agnese, in quanto insegnante, aveva ricevuto la prima dose del siero di AstraZeneca. (LaPresse)

Il medico, asintomatico, è in isolamento ed è risultato ancora positivo dopo tre tamponi. Ad Abbiategrasso, ad esempio, qualche giorno fa, 7 infermieri vaccinati nello scorso mese di gennaio con il vaccino Pfizer sono risultati positivi al Covid ed in particolare alla variante inglese (RagusaNews)

LEGGI ANCHE: Mancano i vaccini in Fiera, rimandati a casa i prenotati

Diversi anziani si sono presentati per il richiamo del vaccino, come da appuntamento programmato, e sono stati rispediti a casa per mancanza di dosi. Anche un'altra anziana veronese denuncia: «Un grave disservizio all'Usl 9 - Hub vaccini di Bussolengo dove questa mattina gli ultra ottantenni convocati per seconda dose Pfizer sono stati mandati a casa per mancanza del vaccino. (L'Arena)

Ma entrambi hanno contratto per la seconda volta l'infezione, diventando casi di studio a livello regionale. Nove di essi erano stati vaccinati con la doppia dose di Pfizer già a gennaio (ilmessaggero.it)

Per mancanza del rifornimento di vaccini previsto per la mattinata di oggi, i prenotati che si erano presentati come da appuntamento programmato, sono stati rimandati a casa. Per mancanza del rifornimento di vaccini previsto, i prenotati che si erano presentati come da appuntamento programmato, sono stati rimandati a casa. (Daily Verona Network)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr