Sinistra italiana: "Via libera ad accordo con Pd e lavorare per estenderlo a M5s". Replica del Nazareno: "Bene, ma perimetro delle alleanze non cambia"

Sinistra italiana: Via libera ad accordo con Pd e lavorare per estenderlo a M5s. Replica del Nazareno: Bene, ma perimetro delle alleanze non cambia
Approfondimenti:
Il Fatto Quotidiano INTERNO

Vicino accordo tra Pd e Verdi-Sinistra italiana, ma cresce il malcontento tra gli altri alleati.

Conte: "Il Pd si lo allontana da tutela dell’ambiente e giustizia sociale.

Loro sono l'ammucchiata, voto utile è per il M5s"

Di Maio ha chiesto "rispetto", il leader di Azione attacca ancora.

(Il Fatto Quotidiano)

Ne parlano anche altri giornali

Per strizzare l’occhio agli amici del M5s, inoltre, c’è il chiaro riferimento anche al reddito di cittadinanza: un cardine dell’agenda di Fratoianni Sinistra Italiana si impegna a lavorare perché l’accordo con Letta sia esteso anche al Movimento 5 Stelle. (ilGiornale.it)

Resta fuori solo il Movimento 5 Stelle, che da solo sta praticamente andando incontro a una morte certa. “Abbiamo centrato questo accordo sulla questione dell’emergenza democratica - hanno dichiarato - vogliamo evitare che l’Italia abbia per la prima volta un governo di destra-destra”. (Liberoquotidiano.it)

Insomma un vero e proprio ultimatum al Pd che per allargare la coalizione dovrebbe imbarcare proprio i Cinque Stelle. E a questo punto la proposta di Fratoianni appare come una provocazione per far saltare il banco. (Liberoquotidiano.it)

Ok dell'Assemblea Nazionale di Sinistra Italiana a trattativa con il PD

/ Fb Fratoianni agenziavista.it La solitudine è penalizzante", le parole di Enrico Letta in conferenza stampa dopo l'accordo con Verdi e Sinistra Italiana. (Corriere TV)

"Pd, Verdi e SI siglano un accordo elettorale per presentare candidati comuni nei collegi uninominali delle prossime elezioni del 25 settembre. Ma sappiamo anche che per via della legge elettorale il prossimo Parlamento, in caso di mancato accordo elettorale tra le forze progressiste ed ecologiste rischia di essere dominato dalle destre. (la Repubblica)

Il dispositivo è stato approvato con il 61,% di voti favorevoli, il 5% di astensioni.”Di garantire in questo contesto alla lista e al nostro Partito totale autonomia in termini di programma, lista e prospettiva politica; di presentare una proposta programmatica che parta dalla difesa e attuazione della Costituzione e abbia al centro la lotta per la giustizia sociale ed ambientale, a partire dalla lotta ai cambiamenti climatici; dal contrasto all’energia fossile a vantaggio di quella rinnovabile; dalla dignità, stabilità e giusta remunerazione del lavoro; dal rilancio del ruolo economico dello Stato; dall’estensione del welfare, compreso il reddito di cittadinanza; dall’investimento in scuola, sanità e trasporti pubblici e gratuiti; dai diritti civili, con il riconoscimento di pieni diritti per le persone lgbtqia+ e con il rilancio di una proposta di legge che garantisca l’uguaglianza e la pari dignità familiare, dalla legalizzazione di cannabis e eutanasia, dalla promozione dell’uguaglianza di genere; dall’impegno per la pace, il disarmo e il taglio della spesa militare” conclude la nota. (SardiniaPost)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr