Coronavirus, l’infettivologo francese: «Giovani, contagiatevi ora per essere immuni a settembre»

Coronavirus, l’infettivologo francese: «Giovani, contagiatevi ora per essere immuni a settembre»
Open Open (Salute)

In caso contrario per Caumes «i giovani saranno un serbatoio di contagio e ci ritroveremo con un’epidemia ingestibile.

È uno di quei medici che ha studiato da vicino l’evolversi della pandemia da Coronavirus.

Ne parlano anche altre fonti

Primario del reparto malattie infettive, pensa a una sorta di “immunità di gregge” per i giovani, che potrebbero contaminarsi durante l’estate evitando i contatti con i familiari. Lasciandoli che si contaminino fra loro, parteciperanno all’immunità di gregge e al rientro a scuola sarà più efficace nelle scuole e nelle università, anche se ciò avrà delle conseguenze. (L'HuffPost)

Eric Caumes, capo del dipartimento di malattie infettive dell’ospedale Pitié-Salpêtrière, accende il dibattito sul Covid: “Rischiamo un’epidemia ingestibile”. Giovani positivi al Covid “volontariamente” per sviluppare l’immunità di gregge e superare l’emergenza sanitaria: questa la proposta lanciata dell’infettivologo Eric Caumes che lavora nell’ospedale parigino di Pitié-Salpetrière, sulla lotta al Covid-19. (Yeslife)

Lasciandoli che si contagino fra loro, parteciperanno all'immunità di gregge e al rientro a scuola sarà più efficace nelle scuole e nelle università. Primario del reparto malattie infettive, pensa a una sorta di "immunità di gregge" per i giovani, che potrebbero contaminarsi durante l'estate evitando i contatti con i familiari. (la Repubblica)

Come detto, un obiettivo impossibile da raggiungere anche se in Francia l’infettivologo Eric Caumes ci riprova. PARIGI (FRANCIA) – “Prendere il coronavirus per essere immuni a settembre“. (News Mondo)

In questo modo, a settembre le scuole potrebbero riaprire e i giovani tornare ad avere contatti con le proprie famiglie. Una strategia per arrivare all’immunità di gregge generazionale che permetterebbe di riaprire le scuole in sicurezza. (Inews24)

Forse non sarà politicamente corretto, ma io sono sempre più convinto che bisogna lasciare che si contaminino fra loro, a condizione che non abbiano contatti con i genitori e i nonni. Lasciandoli che si contaminino fra loro, parteciperanno all’immunità di gregge e al rientro a scuola sarà più efficace nelle scuole e nelle università, anche se ciò avrà delle conseguenze. (Orizzonte Scuola)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr