Nel quarto trimestre la pressione fiscale sale al 52%. Il debito/pil nel 2020 vola al 155,6% - ItaliaOggi.it

Nel quarto trimestre la pressione fiscale sale al 52%. Il debito/pil nel 2020 vola al 155,6% - ItaliaOggi.it
Italia Oggi ECONOMIA

Nel 2020 il rapporto debito-Pil è salito al 155,6% in netto aumento rispetto al 2019 (era al 134,6%).

Infine nel quarto trimestre 2020 il reddito disponibile lordo delle famiglie consumatrici è diminuito dell'1,8% rispetto al trimestre precedente.

La pressione fiscale, nel quarto trimestre del 2020, è stata pari al 52%, in crescita di 1,3 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell`anno precedente, nonostante la riduzione delle entrate fiscali e contributive. (Italia Oggi)

Se ne è parlato anche su altri media

La pressione fiscale è stata pari al 52%,rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Redditi e consumi. Nell'ultimo trimestre del 2020 il reddito delle famiglie è diminuito dell‘1,8% rispetto al periodo precedente (Sputnik Italia)

(indebitamento al netto degli interessi passivi) è risultato negativo, nel quarto trimestre, con un’incidenza sul Pil del -1,9% (+5,2% nel quarto trimestre del 2019), mentre il saldo corrente delle A. Nel dettaglio, nel quarto trimestre del 2020 il reddito è diminuito dell’1,8% rispetto al trimestre precedente. (Verde Azzurro Notizie)

La pressione fiscale sale al 52%, aumenta il risparmio e diminuisce il potere di acquisto delle famiglie (Di venerdì 2 aprile 2021) Nel 2020 la pressione fiscale si è attestata al 43,1% del Pil, in aumento rispetto al 42,4% del 2019. (Zazoom Blog)

Istat, pressione fiscale in aumento: sale al 52% nel quarto trimestre 2020

Nell’arco dei dodici mesi, invece, la pressione è stata del 43,1%, in aumento rispetto al 42,4% del 2019. Le entrate fiscali e contributive si sono ridotte ma la pressione fiscale continua ad aumentare, arrivando a toccare quota 52% nell’ultimo trimestre del 2020, di fatto il livello più alto dal 2014. (Money.it)

Intanto l’indebitamento netto delle amministrazioni pubbliche in rapporto al Pil, quindi il deficit, è pari al 5,2% Invece, tenendo conto dell’intero 2020, la pressione fiscale si è attestata al 43,1% del Pil, quindi in crescita rispetto al 42,4% dell’anno precedente. (Il Sussidiario.net)

Lo rende noto l’Istat, aggiungendo che “a fronte di un incremento dello 0,2% del deflatore implicito dei consumi, il potere d’acquisto delle famiglie è diminuito rispetto al trimestre precedente del 2,1%”. (L'Opinionista)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr