«Chiuso per adozione», è virale l'annuncio sulla serranda del caseificio di Giovanni e Pina

«Chiuso per adozione», è virale l'annuncio sulla serranda del caseificio di Giovanni e Pina
Il Mattino INTERNO

La telefonata con cui Giovanni e Pina hanno appreso che sarebbero diventati genitori è arrivata circa un mese fa.

Un epilogo sperato e atteso a lungo da Giovanni e Pina, i neo genitori, gestori dell'attività, che con gioia hanno condivisoil lieto evento anche con i clienti: «Finalmente diventiamo genitori».

Il fratello di Giovanni, Gabriele ha raccontato a Fanpage.it «Ora sono fuori città, in Colombia, per concludere il percorso che gli consentirà di portare a casa i bambini». (Il Mattino)

La notizia riportata su altre testate

Cosi’ una coppia adottiva di Napoli decide di spiegare alla clientela, con un cartello affisso sulla saracinesca del negozio (un caseificio), l’assenza dall’Italia. “Li ammiro – dice Anna Torre, presidente di Ariete – perche’ hanno anteposto l’amore per due bambini agli interessi economici. (Il Fatto Vesuviano)

Il cartello, non a caso, è diventato subito virale sul web, con tanti utenti social che si sono congratulati con i neo genitori "Li ammiro - dice ùAnna Torre, responsabile dell'associazione - perchè hanno anteposto l'amore per due bambini agli interessi economici. (NapoliToday)

"Chiuso per adozione: finalmente diventiamo genitori"

A cura di Federica Grieco. Punto vendita di via Chiaia del caseificio Battiniello. Diventare genitori può rivelarsi un'impresa ardua. Giovanni e Pina hanno atteso 5 anni per diventare genitori. Giovanni, come racconta il fratello Gabriele a Fanpage. (Fanpage)

Buon vento, ragazzi. E su quel cartello tante scritte di auguri celebrano quella gioia. (Corriere CE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr