Telefonate commerciali, è svolta: arriva la normativa che le ferma

Telefonate commerciali, è svolta: arriva la normativa che le ferma
ilGiornale.it ECONOMIA

Come appaiono lontani i tempi in cui era difficile rintracciare qualcuno con le telefonate.

Ma la situazione sta per cambiare tanto che verrà allargato alle telefonate automatizzate, senza operatori, e riguarderà tutti i numeri di cellulare.

Il nuovo Registro dovrebbe annullare tutti i consensi pregressi

Ottima notizia per i #consumatori: tra poche settimane sarà attivo nuovo regolamento su Registro delle opposizioni, allargato a chiamate automatizzate, senza operatori e su telefonia mobile. (ilGiornale.it)

Se ne è parlato anche su altri media

Stampa. Semaforo rosso alle telefonate commerciali a ripetizione. Adesso arrivano nuove normative che ci proteggeranno dalla raffica di chiamate pubblicitarie da cui siamo così spesso assediati. (Salernonotizie.it)

Il percorso per bloccare le chiamate commerciali indesiderate anche sulle utenze di telefonia mobile, sostiene il viceministro dello Sviluppo economico, Gilberto Pichetto Fratin, è completato ed entro fine gennaio ci sarà la deliberazione di approvazione. (L'Informatore Vigevanese)

Ora c'è una legge che blocca tutto!Pubblicità indesiderata al telefono? Vi spieghiamo come bloccare le chiamate. Chiamate continue da call center e numeri automatici? (iLMeteo.it)

Call center: ecco come non ricevere chiamate indesiderate

A cura di Francesco Cofano La novità principale è che il diritto di opposizione al telemarketing - finora limitato ai numeri fissi presenti negli elenchi pubblici – verrà esteso anche ai cellulari. (Repubblica TV)

Stop alle telefonate commerciali anche sul cellulare. Telefonate commerciali, interviene il registro delle opposizioni. Il registro delle opposizioni, valido finora soltanto per la rete fissa, viene infatti allargato alle telefonate automatizzate, senza operatori, e riguarderà tutti i numeri di cellulare. (Giornale di Sicilia)

Addio alle chiamate dai call center sui cellulari. Si tratta, quindi, di attendere ancora poche settimane, due o forse tre al massimo per rendere operativo il nuovo regolamento (Consumatore.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr