Veleni in maggioranza e paura per il fedelissimo Marsilio nel fortino Abruzzo. Meloni: “Basta errori”

la Repubblica INTERNO

CAGLIARI — Truzzu chi? Tutta la giornata post scoppola elettorale sarda, a Palazzo Chigi, scorre via in un malcelato tentativo di mascherare la portata del tonfo. Il conto della sconfitta viene spedito per intero sul tavolo dell’impopolare sindaco di Cagliari, imposto da Giorgia Meloni come candidato governatore alla Lega. Paolo Truzzu di buon mattino, dopo una telefonata da Roma e un giro di sms… (la Repubblica)

La notizia riportata su altri giornali

“Siamo arrivati tardi, secondo me, con il candidato, e hanno vinto per tremila voti. Dai, su...”: lo dice Arianna Meloni ai microfoni di Piazza Pulita su La7, commentando la sconfitta in Sardegna. La sorella della premier nega che il ritardo nell’indicazione del candidato è stato causato da litigi interni alla coalizione (Fdi dopo settimane di tensione con la Lega ha imposto il suo candidato, Paolo Truzzu, sindaco di Cagliari). (Corriere della Sera)

Arianna Meloni: “Sardegna? Hanno vinto per 3mila voti, dai su…” (SulPanaro)

Il caporedattore di Termometro Politico, Alessandro Faggiano, è stato ospite in trasmissione a Base Luna chiama Terra, programma di approfondimento condotto dal giornalista Lorenzo Capezzuoli Ranchi. La Sardegna come turning point? (Termometro Politico)

"In Sardegna? Siamo arrivati tardi, secondo me, con il candidato, ma loro hanno vinto per 3mila voti. Sconfitto Paolo Truzzu, ex sindaco di Cagliari, proposto invece dal centrodestra. (Liberoquotidiano.it)

La responsabile della segreteria politica di Fratelli d’Italia e sorella della premier ha commentato la sconfitta del centrodestra Arianna Meloni sulla Sardegna: “Hanno vinto per 3mila voti, dai su...” (Sardegna Live)

L'Abruzzo non è la Sardegna, ma il centrodestra deve fare molta attenzione alle elezioni regionali del 10 marzo. Allo stesso modo, sottolinea, il centrosinistra non deve commettere l'errore di proiettare a livello nazionale un verdetto come quello sardo che resta molto ancorato a dinamiche locali e peculiari. (Liberoquotidiano.it)