GoDaddy conferma violazione dei dati personali di oltre 1 milione di clienti

GoDaddy conferma violazione dei dati personali di oltre 1 milione di clienti
HDblog ECONOMIA

Gli account interessati a vario titolo sono oltre 1 milione - nella cifra confluiscono sia account attivi, sia quelli inattivi.

Il fatto risale al 6 settembre scorso, la scoperta della violazione al 17 novembre, la nota di GoDaddy a ieri (22 novembre)

Si ricorda che GoDaddy gestisce una delle principali piattaforma cloud dedicata ad aziende indipendenti di piccole dimensioni.

GoDaddy ha confermato una grave violazione dei dati personali dei suoi clienti che sfruttano il servizio di hosting gestito WordPress (HDblog)

La notizia riportata su altri media

GoDaddy, tra i più grandi registratori di domini al mondo, ha riferito che i dati di 1,2 milioni dei suoi clienti WordPress sono stati esposti sfruttando una password compromessa che ha dato accesso alle informazioni a una terza parte non autorizzata. (DDay.it - Digital Day)

Le password sono state reimpostate, ma per un sottoinsieme di clienti attivi, è stata esposta la chiave privata SSL. Go Daddy fa luce sulla questione, rivelando retroscena e tutto ciò che è stato fatto e adottato, per salvare il salvabile. (Computer Magazine)

Data breach GoDaddy, oltre un milione di password violate: il rischio è enorme

In questo caso, questi clienti potrebbero trovarsi anch’essi obbligati ad avvisare i propri clienti a cascata, in merito all’incidente. Un dettaglio importante del data breach GoDaddy. Abbiamo appreso quanto accaduto, adesso dobbiamo doverosamente riflettere sul come questo sia stato possibile. (Cyber Security 360)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr