Niente plastic tax sulla filiera alimentare: plaudono imprese e agricoltori

Niente plastic tax sulla filiera alimentare: plaudono imprese e agricoltori
Per saperne di più:
Il Sole 24 ORE ECONOMIA

2' di lettura. «In questo momento, la plastic tax avrebbe colpito ancora più le nostre aziende alimentari, già provate.

È il momento della ripartenza e siamo contenti che il governo ci aiuti in questa situazione così delicata».

È soddisfatto Ivano Vacondi, presidente di Federalimentare, che la bozza del decreto Sostegni bis preveda il rinvio al 1° gennaio 2022 della plastic tax, che sarebbe dovuta entrare in vigore il 1 luglio 2021. (Il Sole 24 ORE)

Su altri media

In tale ottica, sarebbe strategico – conclude il presidente della Coldiretti – sostenere le filiere bioplastiche e biochemicals anche attraverso l’integrazione della ricerca pubblica e la promozione di network tecnico scientifico sui territori che porti a una filiera italiana della biochimica verde (Giornale di Puglia)

“In questo momento, la plastic tax avrebbe colpito ancora più le nostre aziende alimentari, già provate. La tassa sulla plastica slitta così al primo gennaio 2022. (Corriere Ortofrutticolo)

Nuovi contributi a fondo perduto con circa 14 miliardi a disposizione e un doppio binario: è il nuovo sistema previsto nella bozza del decreto Sostegni bis. Lo prevede la bozza del Dl Sostegni bis che amplia la platea dei beneficiari giovani (oggi under 35 con un lavoro atipico). (Palermomania.it)

Canone Rai, Tari e altro ancora. La bozza del Decreto Sostegni Bis

Lo prevede la bozza del decreto Sostegni bis. Lo smart working nel settore privato verrà prorogato fino al 30 settembre 2021. Lo si legge nella bozza del decreto Sostegni bis che il consiglio dei ministri dovrebbe esaminare entro venerdì. (Calabria 7)

Terzo punto, i decisori politici e il legislatore devono accelerare la transizione ecologica e il riciclo e l’economia circolare sono due passaggi inevitabili. Non più il primo luglio di quest’anno, ma gennaio 2022, se tutto andrà bene e non ci saranno ulteriori muri di interesse eretti dai partiti e dalle associazioni di settore. (Key4biz.it)

Il canone Rai. Per l’anno 2021, le strutture ricettive nonché di somministrazione e consumo di bevande in locali pubblici o aperti al pubblico, sono esonerate dal versamento del canone di abbonamento alla Rai. (elivebrescia.tv)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr