CONSIGLIO COMUNALE - Progetto Open Fiber, Gravina "Per fine anno coperte 17 mil utenze"

CONSIGLIO COMUNALE - Progetto Open Fiber, Gravina Per fine anno coperte 17 mil utenze
Molise Network ECONOMIA

Tutti gli altri edifici che afferiscono principalmente alle zone più periferiche, non saranno oggetto di intervento da parte di Open Fiber.

La frazione di Santo Stefano sarà servita come area cosiddetta a fallimento di mercato, ovvero sarà oggetto di copertura grazie all’intervento pubblico di MISE/Infratel Spa.

Al termine della predetta fase, prevista per fine anno, le utenze servite saranno complessivamente 17.000 e si concluderà la copertura degli edifici ricadenti all’interno del perimetro segnato nella convenzione. (Molise Network)

Su altri media

Tutti gli altri edifici che afferiscono principalmente alle zone più periferiche, non saranno oggetto di intervento da parte di Open Fiber. “L’attuazione del progetto di infrastrutture e reti dati in banda ultralarga sul territorio comunale con l’operatore Open Fiber di cui alla convenzione approvata dalla Giunta Comunale in data 21 maggio 2019, si è realizzata in due fasi. (Molise Network)

La solidarietà sociale è un ambito delicato che cerchiamo costantemente di migliorare per fornire servizi adeguati alle esigenze della popolazione “Siamo tra i pochissimi enti a garantire il servizio igienico personale si nostri studenti disabili, in quanto riteniamo che l’assistenza igienico-personale è quel servizio di base che deve essere garantito agli alunni con disabilità – afferma l’assessore alla Solidarietà Sociale Sandro Russo- quale parte fondamentale del processo d’integrazione scolastica”. (Monrealelive.it)

Rete. Cantor: Accordo CDP-Macquarie, la UE può imporre rimedi strutturali

E se ciò non accadesse, mi sembrerebbe necessario che CDP ceda il suo posto in Consiglio di Amministrazione di TIM La Commissione europea potrebbe imporre a CDP di vendere la propria partecipazione in TIM o i diritti connessi alle proprie partecipazioni (di minoranza) in TIM? (Key4biz.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr