Vaticano, la legge anti-corruzione di Papa Francesco: "Niente regali oltre i 40 euro"

Vaticano, la legge anti-corruzione di Papa Francesco: Niente regali oltre i 40 euro
Liberoquotidiano.it ESTERI

In particolare, dovranno dichiarare di non avere condanne definitive a carico, in Vaticano o in altri Stati, di non aver beneficiato di indulto, amnistia o grazia e di non essere stati prescritti.

Papa Francesco ha spiegato anche il motivo per cui ha emanato queste nuove norme

Papa Francesco ha varato una nuova legge per i dirigenti vaticani, sulla base della quale capidicastero, dirigenti laici e tutti quelli che hanno funzioni di amministrazione dovranno sottoscrivere una dichiarazione anti corruzione, al momento dell’assunzione e poi ogni due anni. (Liberoquotidiano.it)

Se ne è parlato anche su altri media

Il motu proprio stabilisce che la Segreteria per l'Economia potrà eseguire controlli sulla veridicità delle affermazioni fornite dai dichiaranti, e la Santa Sede, in caso di dichiarazioni false o mendaci, potrà licenziare il dipendente e chiedere i danni eventualmente subiti Gli stessi non potranno avere beni nei paradisi fiscali o investire in aziende che operano contro la Dottrina della Chiesa. (Avvenire)

Dal Papa nuovo giro vite anti-corruzione: una legge per i dirigenti contro paradisi fiscali riciclaggio e "regali" di Paolo Rodari. Il provvedimento riguarda i Cardinali capi dicastero, i vicedirettori con contratto dirigenziale quinquennale, e tutti coloro che hanno funzioni di amministrazione attiva giurisdizionali o di controllo e vigilanza in Vaticano (la Repubblica)

Le regole riguardano tutti i livelli dirigenziali della Santa Sede e tutti coloro che svolgono funzioni di amministrazione attiva, funzioni giurisdizionali o di controllo. L'organo di Strasburgo deve inoltre valutare se il sistema antiriciclaggio e contro il finanziamento del terrorismo funziona e in che misura la Santa Sede sta raggiungendo una serie di obiettivi prestabiliti (Sky Tg24 )

L'ordine di Papa Francesco: stop ai regali (sopra i €40) e agli investimenti nei paradisi fiscali

E nemmeno indagini pendenti per terrorismo, riciclaggio evasione fiscale o sfruttamento di minori. E dovranno metterlo nero su bianco, osservando anche il divieto di accettare, in ragione del proprio ufficio, regali dal valore superiore a 40 euro. (QUOTIDIANO.NET)

Inoltre, vengono di fatto vietate le partecipazioni o interessenze in società che operano, o si professano, apertamente contro la Dottrina cattolica Così come l’essere disonesto nelle cose di poco conto è in relazione con l’essere disonesto anche nelle cose importanti”. (Money.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr