Afghanistan, lo schiaffo degli Emirati all'Italia: festa rovinata per l'ammaina bandiera dopo 20 anni di miss…

Afghanistan, lo schiaffo degli Emirati all'Italia: festa rovinata per l'ammaina bandiera dopo 20 anni di miss…
Per saperne di più:
La Repubblica INTERNO

Afghanistan, lo schiaffo degli Emirati all'Italia: festa rovinata per l'ammaina bandiera dopo 20 anni di missione dal nostro inviato Paolo Brera. L'aereo dell'Aeronautica militare atteso alle 9.30 locali ad Herat è stato costretto dal governo di Abu Dhabi a fare marcia indietro e ad atterrare in Arabia Saudita.

Con il volo riprogrammato e allungato, la cerimonia si è potuta tenere solo in formato ridotto e con grande ritardo

(La Repubblica)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Ben venga il divertimento dopo i domiciliari. Però la movida sfrenata è inaccettabile.Mettiamo un fermino, come si dice a briscola per intendere una briscoletta che impedisce agli avversari di farci del male. (La Verità)

Gli Emirati negano a un Boing dell'esercito l'autorizzazione a sorvolare il paese. Questo non cambia tuttavia la nostra attenzione per l’Afghanistan”, ha dichiarato Guerini rispondendo alle domande dei giornalisti nel punto stampa ad Herat (LaPresse)

Si avvia a conclusione la quasi ventennale presenza del contingente italiano in Afghanistan. "Non vogliamo che l'Afghanistan torni ad essere un luogo sicuro per i terroristi. (StabiaChannel.it)

Si conclude missione in Afghanistan, ammainata la bandiera Italiana a Herat

Il costo della missione italiana. Per l’Italia, il costo della guerra in Afghanistan è stato di oltre 8.4 miliardi di euro. Vent’anni dopo gli attacchi dell’11 settembre, e l’invasione statunitense del Paese, l’Italia comincerà oggi il ritiro formale dei suoi 895 militari. (Open)

La smobilitazione della base è iniziata il primo maggio e vedrà liberato il luogo definitivamente tra qualche settimana. Con una cerimonia solenne, alla presenza dell ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, simbolicamente è terminata la missione italiana in Afghanistan (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr