G20 Afghanistan, Draghi: “Mandato Onu per emergenzia umanitaria”

G20 Afghanistan, Draghi: “Mandato Onu per emergenzia umanitaria”
Altri dettagli:
LaPresse ESTERI

Questo si è tradotto in un mandato alle Nazioni Uniti per un coordinamento della risposta e peragire direttamente”, ha detto il presidente del Consiglio, che poi ha fatto sapere: “Tutti hanno toccato il problema dei diritti delle donne, con in testa la necessità di garantire loro il diritto all’istruzione, non si può tornare indietro di 20 anni”.

DISTRIBUTION FREE OF CHARGE – NOT FOR SALE

“C’è stata convergenza di vedute su come affrontare l’emergenza umanitaria. (LaPresse)

Se ne è parlato anche su altri media

La riunione dovrebbe concludersi con un 'chair summary', una dichiarazione della presidenza italiana del G20 su cui si sta continuando a lavorare in queste ultime ore La riunione in videoconferenza si tiene all'indomani della conclusione dei colloqui a Doha tra Stati Uniti e Talebani, i primi dall'ingresso degli studenti coranici a Kabul il 15 agosto scorso. (Adnkronos)

C’è un vuoto istituzionale e quindi, nella misura in cui il governo talebano è disposto ad accettare aiuto, una linea d’azione cruciale è quella della ricostruzione delle istituzioni. (LaPresse) – “C’è un’altra grossa lacuna da affrontare, perché purtroppo – a quanto si vede – il governo talebano non ha mostrato capacità amministrative straordinarie. (LaPresse)

L'allarme di Borrell: "Un milione di bambini rischia di morire". Alle 13 prende il via il G20 straordinario dedicato all’Afghanistan dopo la presa del potere nel paese dei talebani. Alla vigilia del G20 l’Alto rappresentante per la politica estera Ue, Josep Borrell, ha lanciato l’allarme: “La situazione umanitaria e socio-economica in Afghanistan è sull’orlo del collasso (LaPresse)

G20 Afghanistan, Draghi: "Emergenza umanitaria gravissima"

Il vertice del G20 non potrà produrre risultati eclatanti a causa di troppe divergenze e diffidenze reciproche È bene non dimenticare l’Afghanistan ed è apprezzabile che l’Italia, in qualità di presidente del G20, promuova oggi un incontro e possibilmente un’intesa tra i principali Paesi del mondo. (L'HuffPost)

"Siamo stati chiari sulle nostre condizioni per qualsiasi impegno con le autorità afgane, compreso il rispetto dei diritti umani", ha spiegato von der Leyen "Dobbiamo fare tutto il possibile per evitare un grave collasso umanitario e socio-economico in Afghanistan. (Rai News)

La loro assenza "è stata comunicata in anticipo" e "il coinvolgimento c'è stato moltissimo prima della riunione, che viene dopo l'Assemblea generale delle Nazioni Unite e il meeting dei ministri degli Esteri" (Sky Tg24 )

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr