Milano annaspa a -1%, tsunami cinese adesso spaventa anche le Borse Ue. Solo una manciata di titoli del Ftse Mib schivano le vendite

Finanzaonline.com ECONOMIA

Reggono i titoli difensivi. Pochi i titoli del Ftse Mib a schivare le vendite.

Il crollo dei listini cinesi, proseguito oggi e causato dalla stretta normativa su alcuni settori, oggi sembra impensierire anche i mercati occidentali.

Anche Inwit (+0,24%) scampa le vendite a Piazza Affari dopo il KO della vigilia

“Sui mercati occidentali si iniziano a vedere gli effetti dello Tsunami cinese”, rimarcano oggi gli esperti di MPS Capital Services. (Finanzaonline.com)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Top performer del paniere principale sono le azioni Campari (+3,16%) dopo la diffusione dei conti al 30 giugno: nel primo semestre le vendite nette si sono attestate a 1 miliardo di euro, +37,1% rispetto al primo semestre 2020 (+22,3% nel confronto con il primo semestre 2019). (Money.it)

Il Ftse Mib future (scadenza settembre 2021) è stato infatti respinto da quota 25.270 ed è sceso in area 25.000-24.980 punti. Soltanto la rottura del sostegno posto a 23.800 punti potrebbe fornire un nuovo segnale ribassista di tipo direzionale. (Milano Finanza)

Sul fronte dei cambi, il Dollaro statunitense ha guadagnato posizioni sull’Euro: la moneta unica passa di mano a 1,18 Dollari L’indice FTSE All Share è in calo dello 0,78% a 27.550,77 punti. (Il Sole 24 ORE)

Anche Inwit (+0,24%) scampa le vendite a Piazza Affari dopo il KO della vigilia Il crollo dei listini cinesi, proseguito oggi e causato dalla stretta normativa su alcuni settori, oggi sembra impensierire anche i mercati occidentali. (Finanzaonline.com)

ono pochi i dati macroeconomici rilevanti in diffusione nella giornata di oggi. DONA ORA CLICCANDO . . (Il Sussidiario.net)

Al ribasso sarà negativo il ritorno dei prezzi sotto 1,01 euro, perché i prezzi scenderanno nuovamente a 0,97 euro Il calo della Borsa non ha impedito a due titoli di mettere il turbo. (Proiezioni di Borsa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr