Dopo il lunedì nero in Borsa è arrivato il rimbalzo del gatto morto

Dopo il lunedì nero in Borsa è arrivato il rimbalzo del gatto morto
Proiezioni di Borsa ECONOMIA

La Borsa tedesca e quella di Londra hanno chiuso in rialzo di mezzo punto percentuale, la Borsa di Parigi è salita dello 0,8%.

Dopo il lunedì nero in Borsa è arrivato il rimbalzo del gatto morto. Oggi i listini in Europa hanno chiuso in rialzo ma con guadagni inferiori al punto percentuale, segnando un rialzo poco convinto.

Dopo il lunedì nero in Borsa è arrivato il rimbalzo del gatto morto.

Il piccolissimo rimbalzo dei mercati azionari è frutto dell’apertura in deciso rialzo di Wall Street. (Proiezioni di Borsa)

Ne parlano anche altri media

A Milano il Ftse Mib ha segnato in apertura un +0,59% a 24.107 punti per portarsi poi oltre +0,80%. Anche il rendimento del Bund tedesco è ai minimi, ossia al -0,403% mentre lo spread ossia il differenziale tra titoli italiani e quelli tedeschi si colloca a 109,2 punti (AGI - Agenzia Italia)

(Reuters) - Dopo il lunedì nero, causato dai timori legati alla variante Delta responsabile del balzo dei casi di coronavirus, Piazza Affari rimbalza e tenta di voltare pagina. Bene anche gli altri mercati europei con gli investitori che hanno approfittato dei ribassi di ieri per prendere profitto dopo un lungo periodo di rialzo dei mercati. (Yahoo Finanza)

Borsa, l'Europa rimbalza dopo il tonfo del lunedì nero

Sul valutario, l'euro passa di mano a 1,179 dollari (da 1,1775 di ieri a fine seduta). Andamento Piazza Affari FTSE Mib Loading. A Piazza Affari occhi puntati su Mediobanca. A Piazza Affari gli investitori hanno puntato i riflettori su Mediobanca, dopo che Francesco Gaetano Caltagirone è salito al 5% circa del capitale. (Il Sole 24 ORE)

Le Borse europee hanno dunque chiuso tutte la seduta in forte rialzo, anche grazie alla progressione di Wall Street dove gli indici viaggiano in positivo (Dow Jones +0,8%). Fari puntati, ovviamente, sulla riunione della Bce di domani e sulle indicazioni per il futuro che verranno date dal presidente Christine Lagarde. (LA NAZIONE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr