Agnelli non può sacrificare la Juve per salvare i compagni di merende: dentro Allegri, via Paratici e Nedved

Agnelli non può sacrificare la Juve per salvare i compagni di merende: dentro Allegri, via Paratici e Nedved
Calciomercato.com SPORT

Purtroppo, per lui e per la Juventus, non è andata così.L’idea Pirlo non è dunque da considerarsi una colpa, semmai la diretta conseguenza di.

Dal giorno in cui il presidente si assunseil quale rappresentava il vero e l’unico anello forte della catena bianconera per esperienza e per capacità manageriale.

Le pressioni esercitate da Nedved e da Paratici portarono albuon allenatore ma non da Juventus, ad un mercato a dir poco fantasioso e infine allaIl tutto per la regia dei due compari le cui azioni si sono rivelateperniciose quanto la grandine per i campi di granturco. (Calciomercato.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr