Di Battista “Non fondo un partito nè una corrente del M5S”

Di Battista “Non fondo un partito nè una corrente del M5S”
Itaca Notizie INTERNO

E proprio sui problemi interni al movimento, e sull’espulsione dei senatori e deputati dissidenti, Di Battista ha detto la sua: “Non sono d’accordo con Crimi

“Non sono io a no pensarla più come il M5S, è il M5S che non la pensa più come me.

“Avendo lasciato il Movimento 5 Stelle non mi candido per la guida collegiale, per il direttivo”, ha spiegato ancora l’ex deputato dei pentastellati.

Voglio fare questo”, ha garantito l’ex deputato. (Itaca Notizie)

Se ne è parlato anche su altri giornali

E sulle espulsioni: “Scelta più da burocrati che da poli… - Agenzia_Ansa : #M5S, espulsioni al via “Nonnéné– ha aggiunto – un mese fa ho ristretto i rapporti con tutti euscito senza sbattere la porta. (Zazoom Blog)

Così Alessandro Di Battista, in una lunga diretta su Instagram, per chiarire la sua posizione sul M5s dopo i malumori degli ultimi giorni. “Un mese fa sono stato contattato dal Movimento, quando si è aperta la crisi di governo. (Tuscia Web)

Ormai si sa, l’ex deputato 5 Stelle non ha digerito l’aver dato la fiducia al governo Draghi, e (forse ancora di più), non accetta di governare con Renzi e Berlusconi. E punta il dito contro Gianni Letta, berlusconiano che avrebbe tramato – sempre secondo lui – per far arrivare Draghi a Palazzo Chigi. (neXt Quotidiano)

Di Battista grida al 'complotto' | “Fuori a causa loro”

La crisi all’interno del Movimento 5 Stelle è sempre più accentuata ed ora ad esprimersi è Di Battista, da sempre contro il nuovo esecutivo. Renzi l’aveva organizzata con degli agganci: con Salvini, Gianni Letta, tutti i giornaloni che negli ultimi due mesi avevano infangato questo governo” (kronic)

Questa legislatura, nata dopo le elezioni del 4 marzo 2018, quando il Movimento fu il partito singolo più votato, è stata la prima esperienza di governo dei pentastellati. Movimento 5 Stelle, Di Battista avanza sospetti sulla nascita del governo Draghi (Di domenica 21 febbraio 2021) Alessandro Di Battista fuori dal Movimento 5 Stelle, lasciato perché a suo dire molti dei punti cardine dell'ideologia che li ha fatti nascere, adesso sono stati disattesi dai grillini in questa legislatura. (Zazoom Blog)

GettyImages-grillo e diIl Movimento 5 Stelle, entrato in Parlamento con una squadra di ben 338 parlamentari molto agguerriti, continua a perdere componenti. Oltre a quelli persi per strada negli ultimi tre anni, bisogna aggiungere tutti i senatori che hanno votato no per la fiducia al governo Draghi. (Zazoom Blog)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr