Turni anche a Ribera per il personale della Medicina Covid e della nefrologia di Sciacca, il direttore sanitario Migliazzo: “E’ un unico ospedale”

Turni anche a Ribera per il personale della Medicina Covid e della nefrologia di Sciacca, il direttore sanitario Migliazzo: “E’ un unico ospedale”
Risoluto SALUTE

Il Centro Covid di Ribera ha aperto i battenti soltanto la scorsa settimana, in realtà del centro specializzato per la cura del Covid non ha ancora nulla poiché sono stati attivati soltanto i posti di degenza ordinaria e finora riesce ad accogliere soltanto i pazienti Covid stabili in quanto i reparti di terapia intensiva e di sub-intensiva ancora non sono pronti per la loro attivazione.

Al momento, le difficoltà più grandi per l’avvio del Centro Covid di Ribera restano legate alla dotazione organica

Con il nuovo ordine di servizio, i medici della Medicina Covid del reparto di Sciacca che al momento, rimane quasi saturo, andranno a ricoprire i turni notturni della degenza ordinaria Covid del Fratelli Parlapiano. (Risoluto)

Se ne è parlato anche su altri media

I tre arrestati sono due coniugi di Ribera e una donna polacca Durante una conferenza stampa tenuta questa mattina al comando provinciale dei carabinieri di Agrigento il colonnello Roberto Vergato, comandante della compagnia dei carabinieri di Sciacca, ha spiegato i dettagli delle indagini che hanno portato ai tre arresti per associazione a delinquere finalizzata alla truffa eseguiti tra Ribera e Palermo. (Risoluto)

Da un lato sei nuovi casi e dall’altro, otto fine isolamento. C’e’ anche un novantaduenne tra i nuovi sei casi, un settantaduenne, e ancora un ventenne, un bimbo di dieci, un altro di cinque e un piccolino di due: sono queste le ultime notifiche pervenute alla sindaca Valenti da parte del Dipartimento di Prevenzione dell’Asp di Agrigento (Risoluto)

Avrebbero promesso falsi posti di lavoro in cambio di denaro, arrestati due riberesi e una polacca

Nella foto, il sostituto procuratore Michele Marrone Al termine il sostituto procuratore Michele Marrone ha chiesto e ottenuto l’arresto di tre persone per l’ipotesi di reato di associazione a delinquere finalizzata alla truffa. (Risoluto)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr