Liguria, oltre 600 disdette dei giovani per il vaccino Astrazeneca dopo il caso della 18enne in gravi condizioni

Liguria, oltre 600 disdette dei giovani per il vaccino Astrazeneca dopo il caso della 18enne in gravi condizioni
La Stampa SALUTE

AstraZeneca ha avuto circa 600 cancellazioni legate ai drammatici eventi che riguardano una nostra concittadina di 18 anni, altri continuano a prenotarsi e ci sono state alcune centinaia di prenotazioni con AstraZeneca».

L'ospedale aveva anche comunicato di aver attivato la procedura di segnalazione all'Aifa ai fini della farmacovigilanza, nella quale sono stati indicati anche i farmaci assunti dopo la vaccinazione

Stabili nella loro gravità le condizioni della ragazza che il 25 maggio aveva partecipato all'open day per la vaccinazione anti Covid con AstraZeneca. (La Stampa)

Ne parlano anche altre fonti

Tuttavia ha anche indicato che c'è una popolazione in cui questi eventi sono più frequenti, ovvero le donne giovani. Firenze, 7 giugno 2021 - “Escludere le donne giovani dalla somministrazione di vaccini a vettore virale, non solo dalla prima ma anche dalla seconda dose, con indicazioni ancora più chiare". (LA NAZIONE)

E' in prognosi riservata dopo aver subito due interventi al Policlinico San Martino, a causa di una trombosi, una ragazza di 18 anni di Sestri Levante che si è vaccinata volontariamente con AstraZeneca in Asl4, lo scorso 25 maggio, contemporaneamente ad altri 21mila giovani in Liguria, durante primo Open Day vaccinale dedicato alla popolazione over18. (La Repubblica)

LEGGI ANCHE - Vaccino Astrazeneca, c'è un collegamento con rare trombosi? GUARDA ANCHE - Astrazeneca e rare trombosi: i sintomi da tenere sotto controllo (Yahoo Notizie)

AstraZeneca, Galli: "Se questo vaccino non serve, si tolga"

"Si valuti se è necessario andare avanti con il vaccino AstraZeneca. Se non è così, si tolga in certe fasce d'età", dice (Adnkronos)

Quelli "dai 20 ai 55 anni, ma le persone di gran lunga più colpite sono le giovani donne" Entrambe erano state "volontarie" all'Open Day organizzato per vaccinare il maggior numero di persone possibili tra le fasce d'età più basse. (LiberoQuotidiano.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr