Inchiesta ’ndrangheta, Giani: «La Regione Toscana sarà “parte offesa”, cancelleremo l’emendamento concerie»

Corriere Fiorentino INTERNO

Per questo ritengo che la Toscana sia parte offesa e che il lavoro degli uffici abbia contributo al lavoro degli inquirenti».

«In sostanza - ha aggiunto Giani - la norma introdotta con l’emendamento non ha avuto applicazione pratica, quindi tanto vale abrogarla».

Tornando sulla figura di Ledo Gori, Giani ha ribadito che è «persona che ho avuto modo di apprezzare e di stimare.

Giani ha poi detto che la Regione sarà «a fianco dei cittadini nell’aspirazione alla conoscenza delle condizioni ambientali dei siti oggetto di smaltimento illecito». (Corriere Fiorentino)

La notizia riportata su altre testate

La visita è prevista alle ore 9,30 alla presenza del direttore generale dell’Ausl Toscana centro, Paolo Morello Marchese, dei rappresentanti delle amministrazioni locali e dei vertici della Fondazione Sesa, che hanno concesso la struttura in comodato d’uso gratuito. (Toscana Notizie)

Le disposizioni di chiusura non si applicano agli esercizi di vicinato - di cui all'articolo 13, comma 1 lettera d della legge regionale 62/2018 (relativo ai negozi sotto i 300 mq) - e agli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande - quali bar, ristoranti e pub - e alle attività artigiane - quali pizzerie, rosticcerie, panifici, pasticcerie, negozi di pasta fresca, gelaterie e simili - che possono svolgere la loro attività secondo le modalità e gli orari consentiti dalla normativa statale. (Toscana Notizie)

Covid Toscana. Oggi 847 positivi su 26482 test (tasso al 3,2%)

Alla ripresa dei lavori, dopo la pausa pranzo, i Consiglieri chiedono perché Giani – a cui sono rivolti la maggior parte degli interventi – non sia lì ad ascoltare. «Con me (il presidente Giani) non parla». (Corriere Fiorentino)

E gli anziani sono rimasti indietro Gli errori. Attualità. Un interessante articolo firmato da Ilaria Ulivelli su La Nazione mette in luce queste storture. (OK!Mugello. Notizie cronaca attualità)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr