I soldi finiti in pochissime ore: cosa fare per comprare auto e moto con il bonus

Liberoquotidiano.it ECONOMIA

Piazzare altri soldi senza modifiche restrittive, significa fargli fare la stessa fine di quelli evaporati ieri nel giro di poche ore

Sandro Iacometti 27 maggio 2022 a. a. a. Avete presente i 650 milioni stanziati dal governo per incentivare l'acquisto di mezzi di trasporto non inquinanti?

Anche perché la tornata di bonus non aveva l'unico scopo di favorire lo svecchiamento del parco auto e moto, ma anche quello di sostenere il settore dell'automotive in gran difficoltà. (Liberoquotidiano.it)

Su altre fonti

per le ibride plug-in (fino a 60g./Km di Co2) 2 mila euro e 4 mila con rottamazione. Il prezzo dell’auto nuova non deve superare 45 mila euro +Iva ( ) per tutte le auto entro i 135g./km di Co2 (solo con rottamazione) 2 mila euro (Vaielettrico.it)

Ecco perché il governo mette a disposizione un bonus di €5000 per l’acquisto delle automobili. Secondo la normativa per avere il bonus €5000 devono passare massimo 180 giorni dalla richiesta sulla piattaforma all’effettiva consegna del veicolo. (iLoveTrading)

Ibride plug-in: a quanto ammonta lo sconto? Per le vetture con emissioni comprese tra 21-60 grammi di CO2 per chilometro - cioè le auto ibride plug-in - è possibile ottenere uno sconto pari a 4.000 euro se contestualmente si rottama un veicolo fino a Euro 4, oppure di 2.000 euro senza rottamazione. (Corriere della Sera)

Ecobonus auto: come si prenotano. Il giorno tanto atteso è arrivato, a partire dalle ore 10 di questa mattina – mercoledì 25 maggio 2022 – verrà aperta la piattaforma online messa a disposizione dal Mise e attivata da Invitalia. (Virgilio Motori)

La nota positiva è che per tutti i veicoli ad alte emissioni che sono stati acquistati ne sono stati rottamati altrettanti. Sono dimezzati, poi, quelli per le auto endotermiche a bassa emissione e per quelle ibride senza spina. (Open)

- Oltre 93 milioni di euro bruciati in poche ore.per l'acquisto di auto con motore tradizionale a basse emissioni. (la Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr