Vaccino Covid, per Pfizer e Moderna tempi ancora più lunghi tra prima e seconda dose?

leggo.it ECONOMIA

Nella cabina di regia del Governo, insieme agli scienziati, si sta studiando un ulteriore allungamento dei tempi, che potrebbe comportare un intervallo di 42 giorni tra prima e seconda dose.

Una buona notizia, quindi, per una gestione meno complessa del siero Pfizer in tutti i centri di vaccinazione dell'Unione Europea.

Leggi anche > Vaccino Pfizer, Vincenzo Mincolla a 8 mesi è il più giovane al mondo ad aver ricevuto la doppia dose. (leggo.it)

Se ne è parlato anche su altri media

L'Ema prevede che «una maggiore flessibilità nella conservazione e nella manipolazione del vaccino avrà un impatto significativo sulla pianificazione e la logistica» della vaccinazione negli Stati membri dell'Ue La modifica è stata approvata in seguito alla valutazione di ulteriori dati di studi di stabilità presentati all’Ema dal titolare dell'autorizzazione all'immissione in commercio. (La Stampa)

Vaccino anti Covid della Pfizer: un ulteriore prolungamento per la somministrazione della seconda dose, ipotizzata oggi da fonti di Governo, rispetto ai tempi più lunghi già applicati, potrebbe essere preso in considerazione - secondo quanto si apprende - sulla base di nuovi dati scientifici attualmente in via di pubblicazione su una autorevole rivista scientifica. (ilmattino.it)

Le vaccinazioni nelle aziende cominceranno verosimilmente entro il 10 giugno”. “Nel pomeriggio è stato firmato un accordo che prevede che le farmacie dal 27 maggio comincino ad avere le agende aperte anche per l’utilizzo del vaccino Pfizer, e che 31 maggio inizino le somministrazioni di questo vaccino. (SanremoNews.it)

Ad annunciarlo l'Agenzia europea del farmaco Ema, il cui Comitato per i medicinali per uso umano (Chmp) ha raccomandato una modifica alle condizioni di conservazione approvate per il prodotto. L'Ema prevede che "una maggiore flessibilità nella conservazione e nella manipolazione del vaccino avrà un impatto significativo sulla pianificazione e la logistica" della vaccinazione negli Stati membri dell'Ue (Adnkronos)

Questo riguarda le circa 100 farmacie già inserite nel circuito della campagna vaccinale, a cui se aggiungeranno altre 50 a partire dal 7 giugno, sempre per quanto riguarda Pfizer. (Levante News)

"Questa modifica - riferisce l'Ema - estende da 5 giorni a un mese (31 giorni) il periodo di conservazione della fiala scongelata e non aperta a 2-8°C, le temperature di un normale frigorifero". Una novità che faciliterà la gestione del vaccino a mRna nei centri di vaccinali di tutta l'Ue, sottolinea l'ente regolatorio. (Adnkronos)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr