Il femminismo italiano ha una nuova leader: è Asia Argento. Ma non scrivetelo sul Nyt

Si pensava che con l’annuncio di un’imminente fuga dall’Italia cattiva, Asia Argento e le molestie subìte da quello sporcaccione repellente di Harvey Weinstein fossero un caso archiviato. Invece no. Qui la faccenda diventa succosa e intrigante se ad accapigliarsi sono le donne. Inutile che per farsi… Fonte: Il Secolo d'Italia Il Secolo d'Italia
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.
Loading....