La fiducia delle imprese ai massimi di sempre, dice l'Istat

AGI - Agenzia Italia ECONOMIA

"A luglio - commenta l'istituto di statistica - l’indice del clima di fiducia delle imprese migliora raggiungendo il valore più elevato di tutta la serie storica (l’indice è calcolato da marzo 2005).

"L’indice di fiducia dei consumatori continua la risalita registrando un massimo da settembre 2018.

A luglio 2021 - spiega l'Istat - si stima un aumento sia dell’indice del clima di fiducia dei consumatori (da 115,1 a 116,6) sia dell’indice composito del clima di fiducia delle imprese (da 112,8 a 116,3). (AGI - Agenzia Italia)

Su altre testate

Dall’altro, un balzo dell’indice di fiducia a luglio sia per le famiglie che per le imprese, con il valore più elevato di tutta la serie storica (l’indice è calcolato da marzo 2005). Bene le attese relative ai servizi – in netto recupero i giudizi su ordini e andamento degli affari – e al commercio, dove le attese sulle vendite sono in miglioramento. (TGNEWS24)

A luglio 2021 l’Istat stima un aumento sia dell’indice del clima di fiducia dei consumatori (da 115,1 a 116,6) sia dell’indice composito del clima di fiducia delle imprese (da 112,8 a 116,3). Per quel che riguarda le imprese, si stima un miglioramento della fiducia in tutti i comparti oggetto di rilevazione. (Il Giornale delle PMI)

Una crescita netta, segno che i giudizi e le attese sulle vendite sono in miglioramento, mentre diminuisce il saldo dei giudizi sulle scorte. “I servizi registrano un aumento marcato della fiducia superando decisamente i livelli precedenti la crisi”, si legge nel rapporto. (FocuSicilia)

"Un abbraccio affettuoso a Salvini, Mi spiace davvero di non poter essere fisicamente con voi, anche perché è un luogo che conosco molto bene, dove ho lavorato molte estati. Lo ha detto Silvio Berlusconi in collegamento con la festa della Lega a Milano Marittima. (Yahoo Finanza)

Fatto sta che la fiducia di imprese e consumatori è tornata a volare. Preoccupazioni raccolte anche dall’Istat: l’indice di fiducia sul futuro è passato da 125,5 a 123,3, in calo di quasi due punti. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

“Il ritorno in zona bianca dell’Italia ha portato ad un miglioramento generale delle prospettive, sia per i consumatori che per le imprese. I dati Istat sul clima di fiducia a luglio continuano ad esprimere le grandi aspettative generate dalla riapertura delle attività, che già si erano manifestate nel mese precedente. (NewTuscia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr