Covid, domani il nuovo decreto: ecco su cosa lavora il governo

Covid, domani il nuovo decreto: ecco su cosa lavora il governo
Livesicilia.it INTERNO

Alle 19 il governo e le Regioni si vedranno in videoconferenza in vista del Consiglio dei ministri di domattina per valutare le nuove misure anti-Covid, secondo quanto si apprende.

La richiesta arriva dalle Regioni in vista dei prossimi provvedimenti anti-covid che il governo si appresta a varare.

Tra gli argomenti in discussione Il decreto legge che vieta gli spostamenti tra regioni in scadenza il 25 febbraio

Domani mattina il nuovo decreto. (Livesicilia.it)

Su altri media

L’Italia «tutta arancione» divide. Dalla riunione non è invece emersa una linea unitaria sulla zona arancione nazionale evocata in mattinata. Uniti nell’appello al premier Mario Draghi affinché il governo cambi passo sui vaccini e sulle norme che determinano i colori, ma divisi sulla richiesta di un’Italia «tutta arancione». (Open)

I limiti dovrebbero riguardare sia la mobilità tra le Regioni (il blocco scade il 25 febbraio) sia la possibilità di fare visita ad amici e parenti e cioè la regola che, per ora valida fino al 5 marzo, consente di spostarsi verso un'altra abitazione privata massimo in due persone, con i figli minori di 14 anni. (Corriere Adriatico)

E a questo scopo - ha concluso Bonaccini - è anche necessario che i provvedimenti restrittivi regionali siano adottati con l'intesa del ministro della Salute" I temi che verrano presi in esame sono "Decreto-Legge, Ulteriori disposizioni urgenti in materia di contenimento dell'emergenza epidemiologica da Covid-19 (Presidenza -Salute); Leggi Regionali. (AGI - Agenzia Italia)

Incontro Governo-Regioni, le richieste: proproga del blocco spostamenti, vaccini e ripresa

Decreto Covid, lunedì 22 consiglio dei ministri: si va verso stop agli spostamenti tra le Regioni fino al 31 marzo Di. Il Consiglio dei ministri è convocato per lunedì 22 febbraio alle 9,30. (Orizzonte Scuola)

Il nuovo governo Draghi – secondo quanto riportato da Repubblica – è pronto già ad adottare nuove misure per contrastare l’emergenza coronavirus, in netto anticipo rispetto alla scadenza del dpcm, prevista il 5 marzo. (Il Quotidiano Italiano - Bari)

Anche a Napoli nonostante le nuove restrizioni si sono viste file sul lungomare e nei bar La strategia complessiva del nuovo esecutivo sarà poi definita con il Decreto del presidente del Consiglio (Dpcm), che seguirà quello in scadenza il 5 marzo. (Tiscali Notizie)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr