Catalogna in piena «quinta ondata»

Catalogna in piena «quinta ondata»
Corriere del Ticino ESTERI

C’è preoccupazione in Catalogna (nord-est della Spagna) per l’aumento dei ricoveri di malati di COVID in terapia intensiva: secondo gli ultimi dati forniti dalle autorità della regione - la più colpita attualmente da quella che i media iberici definiscono la «quinta ondata» di contagi - è già stata superata la soglia dei 300 posti letto in reparti di questo tipo (adesso sono 307).

«Si tratta soprattutto di persone non vaccinate o che non hanno completato il ciclo», ha spiegato oggi a radio Cadena Ser l’assessore catalano alla Salute, Josep Maria Argimon. (Corriere del Ticino)

Se ne è parlato anche su altri media

Gran Bretagna. Il Regno Unito ha registrato 48.161 casi di Covid-19 e 25 decessi nelle ultime 24 ore, secondo i dati del bollettino ufficiale Stessa tendenza nei servizi di terapia intensiva, che ospitano oggi 891 pazienti, uno in più rispetto al giorno prima, quando questo dato era ai minimi da settembre. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

- ROMA, 18 LUG - L'esplosione dei contagi per la quinta ondata di coronavirus aumenta la pressione sulle terapie intensive della Catalogna, che potrebbero raggiungere il collasso in 10 giorni. La preoccupazione è alta in Catalogna, dove i pazienti in terapia intensiva sono passati da 114 registrati il 1 luglio a 297 di ieri, secondo gli ultimi dati disponibili. (Tiscali.it)

Covid, Catalogna: in 10 giorni terapie intensive a rischio collasso

La responsabile ha assicurato che, in questo momento in cui parte del personale sanitario è in vacanza, "400 pazienti (Covid in terapia intensiva) hanno lo stesso peso di 600 in un altro momento", quindi il sistema sanitario è molto sotto stress. (La Nuova Sardegna)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr