Bimbo si fa male, sindaca indagata Rivolta dei colleghi: «Così non va»

Bimbo si fa male, sindaca indagata Rivolta dei colleghi: «Così non va»
Per saperne di più:
La Gazzetta di Modena INTERNO

Ora occorre trovare soluzioni normative».Per Bonaldi è arrivata la solidarietà dei colleghi: «Così non si può andare avanti», è la posizione condivisa.

Sindaci in rivolta dopo l’avviso di garanzia arrivato a Stefania Bonaldi, prima cittadina di Crema, dopo che un bambino si è schiacciato due dita delle mano in una porta tagliafuoco mentre era all’asilo.

Dopo un periodo di cure, lungo tre mesi, il piccolo è tornato a scuola e non ha riportato lesioni perenni. (La Gazzetta di Modena)

Se ne è parlato anche su altre testate

«Bisogna porre nuovamente l’attenzione del legislatore sulla responsabilità oggettiva dei sindaci «Matteo è un amico». Sindaca Stefania Bonaldi, la Procura l’ha indagata perché, lo scorso ottobre, all’asilo un bambino ha infilato la manina in una porta tagliafuoco e si è schiacciato due dita. (Corriere della Sera)

'Dopo i fatti di Crema, chi vorrà fare il sindaco?'

Un’azione che vede coinvolte tutte le regioni d’Italia e ci vede pronti a intervenire con tutti i mezzi necessari per sollecitare azioni concrete". “Massima solidarietà alla sindaco di Crema (Il Friuli)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr