Sibilia attacca Melandri: "Messaggio indegno e pericoloso, si indagherà sul caso"

Sibilia attacca Melandri: Messaggio indegno e pericoloso, si indagherà sul caso
Approfondimenti:
La Gazzetta dello Sport SPORT

È quanto scrive sui social il sottosegretario all’Interno Carlo Sibilia, commentando le affermazioni dell’ex pilota GP Marco Melandri il quale ha confessato di essersi volontariamente infettato per ottenere il green pass.

Al di là dei profili penalistici su cui valuterà l’autorità giudiziaria, il comportamento e il messaggio sono senza dubbio indegni e pericolosi”.

Io sono risultato positivo senza nemmeno accorgermi di avere qualcosa. (La Gazzetta dello Sport)

Se ne è parlato anche su altri media

Le dichiarazioni del pilota però, stanno facendo il giro del web, anche perché si tratta di esternazioni piuttosto forti. Non ho niente contro i vaccinati, come non ho nulla contro i non vaccinati. (CalcioToday.it)

È stata la sua posizione sul green pass a fargli prendere questa decisione e, nell’intervista sopra citata, ha detto che prendere il virus è stato “difficile”. Sulla stessa scia deriva l’interesse per Marco Melandri e la scelta di farsi contagiare per ottenere il green pass. (Money.it)

Melandri dice la sua anche sulla vicenda Novak Djokovic Melandri assicura poi di non avere "niente contro i vaccinati, come non ho nulla contro i non vaccinati. (Il Resto del Carlino)

Covid, Melandri. Il sottosegretario Sibilia: verifiche forze dell'ordine e valutazioni dell'autorità giudiziaria

Negativo da giorni, Melandri - che ha vissuto il contagio da asintomatico - sta bene e parla senza nascondersi della sua scelta. Per me il green pass era e rimane un ricatto: lo userò solo per lavoro e se devo accompagnare mia figlia. (Ticinonline)

Ora Marco Melandri fornisce una versione diametralmente opposta, afferma cioè di essersi volutamente contagiato. Il motociclista ha spiegato di averlo «fatto apposta per potere essere in regola almeno per qualche mese». (Il Sussidiario.net)

L'archiviazione tecnica o l'accesso sono necessari per lo scopo legittimo di memorizzare le preferenze che non sono richieste dall'abbonato o dall'utente. (Corriere Romagna)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr