"Svenivo e vomitavo": la confessione choc di Bebe Vio

ilGiornale.it SPORT

Bebe Vio ha stupito tutti alle paralimpiadi di Tokyo, conquistando medaglie nell'individuale e trascinando la squadra al successo.

Mancavano poche settimane alla partenza per Tokyo e l'avventura olimpica per Bebe Vio sembrava essere compromessa: " Avevo perso dieci chili, il braccio con cui tiro era magro magro, svenivo e vomitavo.

Svenivo e vomitavo "

Se non fosse stata lei a raccontare il calvario vissuto nei mesi di avvicinamento a Tokyo e alle olimpiadi, nessuno lo avrebbe mai saputo. (ilGiornale.it)

Se ne è parlato anche su altre testate

Chi arriva all’Olimpiade o alla Paralimpiade ha iniziato a fare sport da veramente piccolo. Che futuro vedi dopo la scherma a livello competitivo? (LifeGate)

A Tokyo svenivo di nascosto». «Dura come l’acciaio, delicata come l’ala di una farfalla». Così, appena mi riprendevo un po’ facevo una conferenza-stampa e dicevo: “Sto bene!”, “Sì mamma, alla grande!”. (Corriere della Sera)

Ogni domenica sera su Rai Tre il giornalista intervista persone note dialogando con loro di progetti lavorativi e anche di altro. Ad allietare la domenica sera dei telespettatori di Rai Tre ci sarà il Ministro della salute Roberto Speranza con il quale si farà il punto sulla situazione pandemia. (361 Magazine)

L’ultima impresa è stata salire sulla vetta dello Stromboli, dodici chilometri di cammino in cui si è ritrovata con in piedi distrutti. «Piedi tecnologici. (IlNapolista)

Vomitavo e svenivo”, ha spiegata la campionessa nello sport e nella vita. Mancavano pochi giorni, avevo perso dieci chili, il braccio con cui tiro era magro magro, svenivo e vomitavo. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr