Giallo a Trieste, cosa ci faceva Liliana con una borsa a tracollo vuota?

Il Piccolo INTERNO

L’oggetto sarà sottoposto agli accertamenti investigativi: analisi sulle impronte ed esame del Dna. TRIESTE Il cadavere di Liliana Resinovich, scoperto lo scorso 5 gennaio nella boscaglia dell’ex Ospedale psichiatrico di San Giovanni, è stato trovato con una borsetta.

Un particolare, questo, emerso venerdì sera nel corso della trasmissione di Retequattro “Quarto grado” che ha dedicato un lungo approfondimento al caso. (Il Piccolo)

Se ne è parlato anche su altre testate

Ed è per questo motivo che il signor Sergio ora si oppone con fermezza a una eventuale cremazione del corpo di Lilly: in futuro altre indagini sul cadavere potrebbero effettivamente portare alle luce elementi utili a capire cosa è accaduto alla donna Ha ragione: l’autopsia sulla salma della sorella, scomparsa il 14 dicembre e trovata morta nei sacchi neri della spazzatura il 5 gennaio nella boscaglia del parco dell’ex Ospedale psichiatrico, non ha dato risposte. (Il Piccolo)

Nulla osta arrivato dunque poche ore fa. LEGGI ANCHE. --------. --------. --------. LEGGI ANCHE. --------. --------. -------- (triestecafe.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr