Insegnante decapitato a Parigi, fermate 9 persone

Insegnante decapitato a Parigi, fermate 9 persone
Adnkronos Adnkronos (Esteri)

Si tratta di persone che fanno parte dello stretto entourage dell'assalitore, fra cui due genitori di allievi della scuola in cui insegnava la vittima e un minore.

Nel pomeriggio di oggi è attesa una conferenza stampa del capo della procura anti terrorismo, Jean-François Ricard.

(Foto Afp). Nove persone sono state fermate in Francia in relazione alla barbara uccisione di un professore di storia e geografia di una scuola media di Conflans-Sainte Honorine, vicino a Parigi (Adnkronos)

Ne parlano anche altre testate

Altri arresti per l'insegnante decapitato. A riferire degli arresti delle ultime ore è stata l’emittente BfmTv che ha citato fonti proprie. Poche ore prima erano stati arrestati anche quattro membri della famiglia del 18enne ceceno autore della decapitazione, ucciso poi dalla polizia. (ilGiornale.it)

L'Eliseo ha annunciato che Emmanuel Macron si recherà in serata alla'unità di crisi del ministero dell'Interno allestita per le indagini sull'attacco. Il ministro dell'Interno Gerald Darmanin, in viaggio per il Marocco, ha deciso di tornare immediatamente a Parigi (AGI - Agenzia Italia)

Secondo le sue parole, l’insegnante ha chiesto agli studenti musulmani se volevano uscire prima di mostrare le caricature di Maometto. Non si ferma all’alt, la polizia spara. L’omicidio è avvenuto attorno alle 17 davanti al liceo del Bois d’Aulne a Conflans Saint-Honorine, a nord di Parigi (Ticinonews.ch)

Parigi, prof decapitato in strada: i motivi. Fermate 9 persone

Ma, ancora una volta, la scintilla che ha acceso il fuoco è la mai sopita vicenda delle vignette di Maometto, pubblicate da Charlie Hebdo. Intercettato dalla polizia, ha urlato «Allah akbar», prima di essere ucciso dagli agenti. (Avvenire)

Professore decapitato a Parigi: i motivi del gesto. Nei giorni scorsi il professore ucciso in strada avrebbe mostrato in classe agli studenti le caricature di Maometto, probabilmente durante un corso sulla libertà d’espressione, come scrive Le Monde. (Virgilio Notizie)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr