Antitrust, sanzioni da 5 milioni per UnipolSai e Generali

Salernonotizie.it ECONOMIA

Secondo quanto emerso, infatti, UnipolSai e Generali avrebbero risposto in ritardo, rispetto ai termini fissati dalla normativa del settore, a diverse istanze di accesso agli atti.

Questo l’ammontare della sanzione che l’Antitrust ha deciso di infliggere ad UnipolSai Assicurazioni e Generali Italia per aver adottato, in fase di liquidazione dei danni RC auto, una pratica commerciale non corretta in violazione del Codice del consumo. (Salernonotizie.it)

Su altre fonti

Massimo della pena pecuniaria prevista, vale a dire cinque milioni di euro, ed una tirata d'orecchie che dovrebbe far male: arriva dall'Antitrust una pesante sanzione a carico delle compagnie di assicurazione UnipolSai e Generali, colpevoli di aver adottato, nelle procedure di liquidazione dei danni RC Auto, pratiche commerciali scorrette, in aperta violazione rispetto a quanto previsto dal Codice del Consumo. (Automoto.it)

Pratica commerciale scorretta in violazione delle norme del Codice del Consumo. Per questo l'Antitrust ha definito questa vicenda come una "condotta ingannevole e aggressiva, utilizzando comportamenti dilatori, ostruzionistici e/o di ingiustificato rifiuto". (Auto.it)

Mentre Generali replica alla decisione del Garante così: “Riteniamo infondati gli addebiti che ci vengono imputati dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ‘per asserite pratiche scorrette relative alla liquidazione dei sinistri Rca’ (Start Magazine)

In un comunicato Generali Italia definisce "infondati" gli addebiti imputati dall’Antitrust e annuncia l'intenzione di impugnare il procedimento. Il leone alato, simbolo di Assicurazioni Generali, sulla facciata della sede dell'azienda a Piazza Venezia, Roma. (Investing.com Italia)

L’Antitrust contesta alle due compagnie condotte «ingannevoli e aggressive» che sarebbero avvenute nella gestione di pratiche per liquidazione sinistri Rc auto, e anche «comportamenti dilatori, ostruzionistici e/o di ingiustificato rifiuto, in relazione all'esercizio del diritto del danneggiato di accesso al fascicolo del sinistro». (Nordest Economia)

La Compagnia respinge con fermezza gli addebiti per asseritenella liquidazione dei sinistri R.C. Auto contenuti nel provvedimento dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, che provvederà ad impugnare nelle competenti sedi giudiziarie". (Teleborsa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr