Bologna, uccisa e gettata a pezzi tra i rifiuti. Poi il fidanzato si è impiccato

Bologna, uccisa e gettata a pezzi tra i rifiuti. Poi il fidanzato si è impiccato
Corriere dell'Umbria INTERNO

Prima l'avrebbe uccisa, poi fatta a pezzi e gettata in un cassonetto dell'immondizia.

Muore a 78 anni e il figlio lascia il corpo tre mesi nella stanza. Smembrato in mille pezzi, probabilmente con un'ascia o una grossa mannaia.

Tra gli elementi significativi non va dimenticato che Jacques era attualmente ospitato in una comunità, in cura per alcuni problemi psichiatrici

Jolanda Passariello, uccisa a otto mesi: ergastolo al padre, 24 anni di carcere alla mamma. (Corriere dell'Umbria)

La notizia riportata su altri media

Omicidio-suicidio a Bologna, 43enne uccide la fidanzata e poi si toglie la vita (Di domenica 2 maggio 2021) Omicidio-suicidio a Bologna. uccide la fidanzata e poi si toglie la vita L’allarme è scattato nelle prime ore di domenica 2 maggio. (Zazoom Blog)

A perdere la vita per prima è stata Emma Pezemo, 31 anni, originaria del Camerun. Poi l’avrebbe gettata in un cassonetto e si sarebbe impiccato. Due ritrovamenti sconcertanti quelli avvenuti ieri sera alla periferia di Bologna (Yeslife)

Nessuna ipotesi è comunque esclusa dagli inquirenti almeno fino a quando non si hanno delle certezze su quanto accaduto E’ questa la prima ricostruzione di quanto avvenuto nella periferia del capoluogo emiliano molto probabilmente nella giornata di sabato 1 maggio. (News Mondo)

Fatta a pezzi e gettata nel cassonetto: l'orrore nei pizzini de fidanzato

Omicidio nel bolognese. Prima l’ha uccisa, poi ha fatto a pezzi il suo corpo e l’ha gettato in un cassonetto sotto casa. Dopo essere stata assassinata, il killer ha fatto a pezzi il suo corpo, con una mannaia o forse un’ascia, e lo ha gettato in un cassonetto in via Togliatti (LettoQuotidiano)

Era fidanzata con Jacques Honoré Ngouenet, 43 anni, anche lui del Camerun. Poco dopo alcune persone hanno segnalato tracce di sangue su un cassonetto, dentro il quale è stata fatta la macabra scoperta: il corpo di Emma fatto a pezzi, probabilmente con un’ascia o una grossa mannaia (Bologna 2000)

Avrebbe fatto a pezzi la fidanzata, gettato via i resti in un cassonetto della spazzatura e poi, si sarebbe impiccato. Le indagini del caso sono affidate alla squadra Mobile di Bologna a cui spetterà l'arduo compito di ricostruire la dinamica della complessa tragedia (il Giornale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr