Antitrust Ue contro Apple: l'App Store viola la concorrenza

Antitrust Ue contro Apple: l'App Store viola la concorrenza
Corriere della Sera SCIENZA E TECNOLOGIA

L’Unione europea ha formalmente accusato Apple di violare la concorrenza con il suo negozio di applicazioni, l’App Store.

Spotify non paga ad Apple nessuna commissione su oltre il 99% dei suoi abbonati, paga solo una commissione del 15% sugli abbonati rimanenti acquisiti tramite l’App Store

Come detto, il dito è puntato contro l’obbligo per gli sviluppatori presenti sull’App Store di pagare una commissione del 30% sui guadagni delle applicazioni che distribuiscono contenuti digitali. (Corriere della Sera)

Se ne è parlato anche su altre testate

Con Apple Music, Apple compete anche con i fornitori di streaming musicale. Per gli sviluppatori di app, l’App Store è l’unico gateway per i consumatori che utilizzano dispositivi Apple (L'HuffPost)

Nella denuncia viene anche detto che Apple sta “escludendo Spotify e altri concorrenti dai servizi Apple come Siri, HomePod e Apple Watch“, rendendo così Apple Music un’opzione più attraente per gli abbonati. (iPhone Italia)

Apple ha abusato della sua posizione dominante per la distribuzione delle app di streaming musicale nel suo App Store. Diversa la spiegazione della commissaria europea alla concorrenza, Margrethe Vestager: “Gli app store giocano un ruolo centrale nell’economia digitale. (Il Fatto Quotidiano)

Apple nel mirino della Ue per la sua posizione dominante sulla musica online

Ci sono aggiornamenti sulla vicenda Apple VS Spotify, con quest’ultima che ha deciso di denunciare l’azienda di Cupertino per ovvi impedimenti nel far valere la propria proposta in egual misura a quanto offerto da Apple Music. (Tom's Hardware Italia)

Quest’ultimo è l’unico canale che permette ai possessori di iPhone di acquistare un’app e, spiega l’antitrust europeo, “Apple addebita una commissione del 30% per tutti gli acquisti tramite il suo sistema”. (EuropaToday)

'Ue ritiene che il gigante americano Apple abbia "distorto la concorrenza" nel mercato della musica online, "abusando della sua posizione dominante" per estromettere i rivali, secondo un atto di accusa emesso dalla Commissione europea. (AGI - Agenzia Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr