In che senso l’Asteroide 7482 si «avvicinerà» alla Terra il 18 gennaio?

In che senso l’Asteroide 7482 si «avvicinerà» alla Terra il 18 gennaio?
Open SCIENZA E TECNOLOGIA

Nessuno, nemmeno la Nasa, si aspetta che 7482 colpisca la Terra.

Le dimensioni di questo asteroide sono stimate il doppio dell’Empire State Building, col diametro di un chilometro.

L’asteroide 7482 (1994 PC1) è stato classificato come «potenzialmente pericoloso», ma di fatto sarà innocuo.

Se guardiamo alle dimensioni cosmiche, l’asteroide passerà «vicino» alla Terra, ma per noi comuni mortali sarà astronomicamente lontano. (Open)

Se ne è parlato anche su altri media

L'asteroide non sarà visibile ad occhio nudo, ma secondo il sito EarthSky.com potrà essere osservato da chiunque sia dotato di un telescopio ordinario Il 'flyby' dovrebbe avvenire alle 20.51 italiane. (Adnkronos)

Per comprendere le sue dimensioni, sappiate che stiamo parlando di 1 km di diametro e di una grandezza pari a tre volte l’Empire State Building. Ciò significa che viene verso la Terra una volta ogni 30 anni circa. (Commenti Memorabili)

https://it.sputniknews.com/20220109/agenzia-spaziale-russa-molto-bassa-la-probabilita-dimpatto-con-la-terra-dellasteroide-apophis-14546337.html. Sputnik Italia [email protected] +74956456601 MIA „Rosiya Segodnya“ 252 60. (Sputnik Italia)

Ecco l'asteroide 7482. Spoiler: nessun allarme

L’asteroide near-Earth 1994 PC1 passerà a poco meno di 2 milioni di km dalla Terra la sera del 18 gennaio. Osservare 1994 PC1 è una notevole esperienza didattica che consigliamo a tutti, astrofili e studenti, appassionati e non (Media Inaf)

Nessun finale alla “Don’t look up”, dunque: a detta degli esperti, infatti, nessun calcolo indica la possibilità di una collisione. L'ultimo passaggio ravvicinato è avvenuto 89 anni fa, il 17 gennaio 1933, a una distanza di 1,1 milioni di chilometri. (Sky Tg24 )

(7482) 1994 PC1. Il suo nome è (7482) 1994 PC1 e si tratta di un asteroide che è nel mirino degli astronomi da molti anni in quanto scoperto già nel 1994 da Robert McNaught. Non servirà smobilitare la NASA, né l'esercito americano. (Punto Informatico)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr