Brasile, una frana distrugge un palazzo storico a Ouro Preto

Brasile, una frana distrugge un palazzo storico a Ouro Preto
Corriere TV ESTERI

Autorizzaci a leggere i tuoi dati di navigazione per attività di analisi e profilazione.

Così la tua area personale sarà sempre più ricca di contenuti in linea con i tuoi interessi

Per avere contenuti personalizzati, dai il tuo ok alla lettura dei dati di navigazione.

(Corriere TV)

Ne parlano anche altre testate

Una frana ha distrutto un palazzo del XVIII secolo appartenente al municipio di Ouro Preto, nella regione centrale di Minas Gerais, in Brasile . Secondo la Protezione civile, nessuno è rimasto ferito (Il Fatto Quotidiano)

Secondo la Protezione civile, non ci sarebbero stati feriti. MeteoWeb. Una frana ha distrutto un edificio storico e una casa adiacente nel centro storico della città brasiliana di Ouro Preto, nello stato del Minas Gerais, colpito da eccezionali piogge torrenziali che hanno provocato tante vittime e danni. (MeteoWeb)

Dei massi hanno provocato . Giappone, un fiume di fango inghiotte la città di Atami | video Proseguono le operazioni di soccorso nella città di Atami, in Giappone, dove Le immagini riprendono l'esatto momento del cedimento della roccia che in pochi secondi demolisce un palazzo del XVIII secolo. (Panorama)

Brasile: crolla una collina sulle abitazioni. Paura a Ouro Preto. Il video » Scienze Notizie

Il video, realizzato con l’ausilio di un drone, mostra una collina franare su diverse palazzine costruite ai suoi piedi. Il disastro, evidenziano le autorità locali, è stato provocato dal maltempo. (Tiscali Notizie)

Ha distrutto due case storiche del XVIII secolo. Il VIDEO. Un grosso movimento franoso si è verificato a Morro da Forca, Ouro Preto, nello stato di Minas Gerais, in Brasile, giovedì 13 gennaio. (iLMeteo.it)

Uno smottamento ha distrutto un edificio storico e una casa adiacente nel centro storico della città brasiliana di Ouro Preto, nello stato del Minas Gerais, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. (Scienzenotizie.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr