Ingorgo di container nei porti cinesi per focolai di Covid-19 tra portuali. Si teme crisi di Suez

Ingorgo di container nei porti cinesi per focolai di Covid-19 tra portuali. Si teme crisi di Suez
Rai News INTERNO

Si teme crisi di Suez. Migliaia di container fermi per via dei focolai che hanno colpito le maestranze portuali.

Una minaccia per il commercio globale. Condividi

Ingorgo di container nei porti cinesi per focolai di Covid-19 tra portuali.

(Rai News)

Su altre testate

L'intero settore dell'export cinese potrebbe venire gravemente danneggiato, secondo altri esperti «Il peggioramento del problema della congestione portuale della Cina meridionale è diventato l’ultimo grande problema per il settore delle spedizioni di container» spiega Andrew Lee, analista della banca d'investimenti Jefferies a Hong Kong. (Ticinonline)

La lentezza del terminal, che ha aggravato la congestione nei vicini porti cinesi di Nansha e Shekou, evidenzia la vulnerabilità del trasporto marittimo globale. Venti minacciosi per il commercio globale dalla Cina. (Money.it)

Aumentano giorno dopo giorno i container che vengono stoppati in alcuni dei punti più strategici del gigante asiatico. Più in generale, casi di positività al Covid si registrano a Shenzhen, dove si trovano i porti strategici di Yantian e di Shekou, e a Guangzhou, dove c'è il porto di Nansha (Sky Tg24 )

La variante Delta blocca migliaia di container nei porti cinesi: "Più grave di Suez"

Lo riferiscono i media internazionali segnalando in particolare il blocco dello Yantian International Container Terminals nel porto di Shenzhen, parzialmente chiuso alla fine di maggio e tuttora sottoposto a severe misure precauzionali. (Imola Oggi)

Maersk, la più grande linea di container al mondo, ha affermato che l'attuale produttività nei terminal di Yantian è pari a circa il 30% dei livelli normali. Lo riferiscono i media internazionali segnalando in particolare il blocco dello Yantian International Container Terminals nel porto di Shenzhen, parzialmente chiuso alla fine di maggio e tuttora sottoposto a severe misure precauzionali. (The MediTelegraph)

Decine di navi, in arrivo da tutto il mondo, sono da giorni in sosta davanti al porto di Yantian, nella Cina meridionale. Le navi fanno scalo a Yantian ma la movimentazione dei container sta subendo seri ritardi, costringendole a soste fino a cinque giorni. (L'HuffPost)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr