Nuova sparatoria a Seattle, uccisi due teenager nella zona occupata dai manifestanti per Floyd

Nuova sparatoria a Seattle, uccisi due teenager nella zona occupata dai manifestanti per Floyd
Gazzetta di Parma Gazzetta di Parma (Interno)

Lo riporta la Bbc.

Un ragazzo di 16 anni è stato ucciso e un altro è ricoverato in terapia intensiva dopo una sparatoria nella 'Chop zone' di Seattle la zona vicino al Congresso occupata dai manifestanti che protestano per la morte di George Floyd.

Se ne è parlato anche su altri giornali

Un ragazzo di 16 anni è stato ucciso e un altro di 14 anni è ricoverato in terapia intensiva dopo una sparatoria nella 'Chop zone' di Seattle, la zona vicino al Congresso occupata dai manifestanti che protestano per la morte di George Floyd (La Repubblica)

Si tratta della quarta sparatoria, negli ultimi dieci giorni, in quella che era all’inizio una zona presidiata da manifestanti pacifici ma si è trasformata in una terra di nessuno. Un ragazzo di 16 anni è stato ucciso e un altro di 14 anni è ricoverato in terapia intensiva dopo una sparatoria nella ‘Chop zone’ di Seattle, la zona vicino al Congresso occupata dai manifestanti, sull’onda delle proteste del movimento Black lives matter dopo la morte di George Floyd. (Open)

Seattle, i colpi della sparatoria nella Chop zone e le immagini delle telecamere di sorveglianza. L’ospedale Harborview Medical Center ha riferito che uno dei ragazzi è arrivato alle 3.15, portato da un veicolo privato, mentre l’altro è stato portato dai vigili del fuoco alle 03.30. (La Stampa)

Nella ‘Chop zone’, la zona vicino al Congresso, occupata dai manifestanti che protestano per l’uccisione dell’afroamericano George Floyd, è stato ucciso un 16enne. L’ospedale Harborview Medical Center ha riferito che uno dei ragazzi è arrivato alle 3.15, portato da un veicolo privato, mentre l’altro e’ stato portato dai vigili del fuoco alle 03.30. (L'HuffPost)

Un ragazzo di 16 anni è stato ucciso e un altro è ricoverato in terapia intensiva dopo una sparatoria nella 'Chop zonè di Seattle la zona vicino al Congresso occupata dai manifestanti che protestano per la morte di George Floyd . (Il Messaggero)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr