Costa Concordia, il sindaco del Giglio: “Ricorderemo le 32 vittime per sempre”

Costa Concordia, il sindaco del Giglio: “Ricorderemo le 32 vittime per sempre”
Più informazioni:
Il Fatto Quotidiano CULTURA E SPETTACOLO

“Sarà l’ultima celebrazione pubblica – dice il sindaco dell’isola del Giglio, Sergio Ortelli – perché non vogliamo dimenticare ma vogliamo rispettare le 32 vittime”.

E’ umano dire che è stata fatta una sciocchezza e chiedere scusa per aver provocato la morte di 32 persone.

Dopo 10 anni l’isola è rimasta sempre la stessa, con le persone sempre più accoglienti”

Il più anziano si chiamava Giovanni Masia, aveva 86 ed era uscito dalla Sardegna per la prima volta nella sua vita dopo il viaggio di nozze. (Il Fatto Quotidiano)

Ne parlano anche altre fonti

Da tempo la città di Alberobello chiede, fornendo prove e testimonianze, che gli sia riconosciuta la medaglia d’oro al valor civile. Vogliamo tra i tanti ricordare il 30enne Giuseppe Girolamo di Alberobello che si trovava sulla nave come batterista. (Positanonews)

Fu lui che al telefono con il capitano Francesco Schettino, subito dopo aver abbandonato la nave, pronunciò quella frase: «salga a bordo, cazzo». Ascolta "IlGiunco. (IlGiunco.net)

Voglio ricordare anche quello che significò per l'isola del Giglio e per i suoi abitanti la solidarietà e il mettersi a disposizione nell'aiutare e accogliere le persone che, da una giornata di vacanza, precipitarono quella notte in una situazione in cui dover lottare per salvarsi la vita". (Toscana Notizie)

Il sindaco Sadegholvaad: "Oggi il nostro pensiero va a Dayana e Williams Arlotti"

Il gesto di Maurizio Falciani e della sua squadra è stato riportato anche nel libro “Mai più Concordia. Quella notte entrammo nella “pancia” della Costa Concordia, il mare era gelido e scuro, sapevamo che potevamo trovare persone ancora in vita all’interno della parte asciutta. (Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine)

Ivana Codoni, superstite della tragedia del naufragio della Costa Concordia ospite a “Oggi è un altro giorno” di Serena Bortone su Raiuno. Ivana Codoni a "Oggi è un altro giorno". Ivana Codoni, superstite della tragedia del naufragio della Costa Concordia ospite a “Oggi è un altro giorno” di Serena Bortone. (leggo.it)

Sulla Costa Concordia, quella notte, era in viaggio anche la famiglia Brolli, originaria di Misano Adriatico. “Dieci anni fa l'incidente della Costa Concordia a largo dell'Isola del Giglio - scrive il sindaco -. (RiminiToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr