OPA Creval, adesioni ferme al 15%

OPA Creval, adesioni ferme al 15%
Teleborsa ECONOMIA

Borsa Italiana ricorda che le azioni ordinarie Creval acquistate sul mercato nei giorni 20 e 21 aprile 2021 non potranno essere apportate in adesione all'offerta

Credit Agricole. Credito Valtellinese. (Teleborsa) - Nell'ambito dell'Offerta Pubblica di Acquisto (OPA) volontaria totalitaria promossa dasulle azionirisulta che oggi, 15 aprile 2021, sono state presentate 23.088 richieste di adesioni, che portano complessivamente a 10.696.536 richieste di adesioni, pari alL'offerta iniziata il 30 marzo 2021. (Teleborsa)

Su altre testate

Crédit Agricole ha fiducia sulla possibilità di riuscire ad acquisire il controllo di Credito Valtellinese alla scadenza dell'Offerta pubblica di acquisto in corso. Abbiamo anche previsto un bonus aggiuntivo nel caso in cui l’OPA raggiunga un’adesione elevata da parte degli azionisti» ha evidenziato con orgoglio Moioli. (SondrioToday)

In borsa e dopo l’annuncio, il titolo CreVal viaggia attorno al valore del nuovo prezzo dell’Opa, sui 12,40 euro, in rialzo di oltre mezzo punto percentuale. Tra i fondi, l’hedge fund Petrus era tornato ad agitare la questione del prezzo, chiedendo 12,95 per azione (Finanzaonline.com)

15 Aprile 2021. (ilmessaggero.it)

Crédit Agricole: «Offriamo un corrispettivo 100% cash con un premio mai visto nella storia delle OPA in Italia»

E' stato lo stesso schema di un'altra Opa, quella del 2020 di Intesa Sanpaolo su Ubi. Wall Street stregata dalle criptovalute più vicina la vendita di Creval a Credit Agricole. Condividi. di Fabrizio Patti Apertura in lieve salita per la borsa di Milano, +0,15%. (Rai News)

Si potrebbero raggiungere gli 876 milioni se si raggiungesse la soglia del 90%, oltre la quale scatterebbe un premio ulteriore. A pochi giorni dal termine del periodo di adesione, il colosso francese ha convinto solo il 15,6% del capitale di Creval. (Bluerating.com)

Il quale, tuttavia, da oggi ha la possibilità di dimostrare il suo valore, facendo prevedibilmente entrare UniCredit – “campione italiano” assieme a Intesa Sanpaolo – in una partita da cui finora l’ex Ceo francese Jean Pierre Mustier l’aveva tenuta fuori. (Il Sussidiario.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr