Spiagge e movida in Puglia, Lopalco insiste: "Da assembramenti rischio focolai, non lasciare circolare liberamente il virus"

Spiagge e movida in Puglia, Lopalco insiste: Da assembramenti rischio focolai, non lasciare circolare liberamente il virus
l'Immediato l'Immediato (Interno)

L’epidemiologo mette tutti in allarme: “La bassa circolazione virale porta a sottovalutare il rischio, che invece esiste, e ad allentare le misure di precauzione, ma così facendo si continua a far circolare il virus.

Su altre testate

Nella Asl Roma 6 sono 7 i nuovi casi positivi tutti riferibili ad un cluster familiare già noto per altri due casi che può ritenersi limitato allo stretto ambito familiare tra Anzio e Ardea. Nella Asl Roma 1 si registrano due casi positivi relativi a due persone senza fissa dimora intercettati al pronto soccorso del San Giovanni e del Santo Spirito. (Cinque Quotidiano)

Se prendiamo una singola particella virale non e' cambiata granché rispetto a qualche mese fa". A tracciare un riquadro del Covid nel periodo estivo, è l'epidemiologo Pier Luigi Lopalco, intervenuto questa mattina nella trasmissione televisiva 'Agorà estate' sulla Rai. (BariToday)

Leggi anche —> Coronavirus e HIV: quali le similitudini e perché i bambini sono immuni. . Il virus, secondo Lo Palco, non è mutato. In merito, in un’intervista rilasciata a Il Messaggero, ha parlato l’epidemiologo Pier Luigi Lopalco, a capo della taskforce della Regione Puglia (Yeslife)

Secondo l’ultimo bollettino diffuso dalla Regione i nuovi casi di Coronavirus sono 78 in totale: ieri erano stati 97, il giorno prima 77. Alto Adige, 2 nuovi casi in 24 ore. ANSA/STEFAN WALLISCH. Sono stati registrati due nuovi casi di positività al Coronavirus in Alto Adige. (Open)

Invece le istituzioni, che dovrebbero dare la linea sulle strategie e parlare ai cittadini, sono mute: la loro informazione è assolutamente debole». Ma solo a patto di seguire le precauzioni, non possiamo far finta di nulla. (Il Messaggero)

Per Pier Luigi Lopalco, epidemiologo a capo della task force della Regione Puglia intervistato dal Messaggero, “non possiamo far finta che la pandemia sia finita”. È un cane che si morde la coda: la bassa circolazione virale porta a sottovalutare il rischio, che invece esiste, e ad allentare le misure di precauzione, ma così facendo si continua a far circolare il virus. (L'HuffPost)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti