Australian Open 2022, Novak Djokovic passerà la notte nell'hotel dei rifugiati in attesa della sentenza

Australian Open 2022, Novak Djokovic passerà la notte nell'hotel dei rifugiati in attesa della sentenza
OA Sport SPORT

Nella notte italiana appena trascorsa è stata depositata la memoria difensiva da parte dei legali di Novak Djokovic di fronte alla Corte Federale, presieduta dal giudice David O’Callaghan ed ora il Ministro dell’Immigrazione avrà tempo fino al primo pomeriggio italiano per controbattere.

Le motivazioni per la revoca del visto sono da ricercarsi nell’eventualità che la presenza del serbo in Australia possa “incoraggiare il sentimento contro i vaccini“, secondo quanto scritto dal Ministro australiano dell’Immigrazione, Alex Hawkes, che gli ha cancellato il visto. (OA Sport)

La notizia riportata su altri media

15 gennaio 2022 Link Embed. https://video.repubblica.it/sport/caso-djokovic-nadal-nessun-giocatore-e-piu-importante-degli-australian-open/405886/406595 Copia (Repubblica TV)

Per poter entrare, Caruso rimane in attesa che la situazione che ha coinvolto in questi giorni Novak Djokovic volga ad una conclusione definitiva. Dopo la sconfitta nella finale di qualificazioni contro il giapponese Taro Daniel, per Salvatore Caruso si potrebbe concretamente aprire la porta del main draw degli Australian Open (Il Pallone Gonfiato)

Da questa sede, il numero 1 al mondo e il suo staff hanno deciso di fare appello alla decisione del ministro Hawke, ma soprattutto hanno fatto un’altra richiesta. In virtù della decisione del ministro Hawke, Novak Djokovic è stato messo in stato di fermo e portato al Park Hotel, hotel di Carlton utilizzato dal Governo australiano come centro di detenzione per gli immigrati. (Tennis World Italia)

Djokovic, la dichiarazione giurata dell'agente: "Errore mio, mi dispiace"

Novak è un nome importante, una vera superstar mondiale: le persone fanno grandi problemi solo perché si chiama così. Alexander Zverev dice la sua sul caso Novak Djokovic: a pochi giorni dal suo esordio agli Australian Open, il tedesco rivela le sue sensazioni riguardo a ciò che sta capitando al numero 1 del mondo. (TennisItaliano.it)

“Ci sono responsabilità evidenti da parte di Novak Djokovic, Tennis Australia, lo Stato del Victoria e il governo federale Cahill è molto duro. “La colpa è di tutti in questa storia” – ha twittato Cahill. (Tennis World Italia)

Il Team Djokovic è questo. Il mio errore nella compilazione del modulo non è stata intenzionale (La Gazzetta dello Sport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr