Violentarono minorenne a Capodanno, due arresti a Roma - La Nuova Sardegna

Violentarono minorenne a Capodanno, due arresti a Roma - La Nuova Sardegna
Più informazioni:
La Nuova Sardegna INTERNO

In due sono finiti ai domiciliari, per il terzo disposto l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria e obbligo di dimora a Roma

- ROMA, 13 GEN - Sono accusati di avere violentato una minorenne durante una festa avvenuta a Roma in una villetta la notte di Capodanno del 2021, un anno fa.

Per questo i carabinieri della Compagnia Cassia hanno dato esecuzione ad una ordinanza cautelare nei confronti di tre ragazzi di età compresa tra i 19 e i 21 anni nei confronti dei quali la Procura contesta, a vario titolo, i reati di violenza sessuale e violenza sessuale di gruppo aggravata. (La Nuova Sardegna)

La notizia riportata su altri giornali

Per questo tre ragazzi di età compresa tra i 19 e i 21 anni sono stati arrestati questa mattina a Roma con l’accusa di aver abusato di una ragazza minorenne durante una festa avvenuta in una villetta del quartiere Primavalle la notte di Capodanno del 2021, un anno fa. (Il Fatto Quotidiano)

Secondo l’accusa i tre sono «gravemente indiziati, a vario titolo, di violenza sessuale e violenza sessuale di gruppo aggravata, perché perpetrata nei confronti di una ragazza minorenne, in condizione di inferiorità psico-fisica in quanto sotto effetto di stupefacenti, durante una festa privata. (Open)

In due sono finiti ai domiciliari, per il terzo disposto l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria e obbligo di dimora a Roma. Molestie a Capodanno, perquisizioni a 18 giovani tra Milano e Torino (Il Messaggero)

Violentarono una minorenne a Capodanno, due arresti a Roma

Roma, hanno violentato una ragazzina alla festa di Capodanno: arrestati tre ragazzi di 20 anni Tre ragazzi di età compresa tra i 19 e i 21 anni sono stati arrestati con le accuse, a vario titolo, di violenza sessuale e violenza sessuale di gruppo aggravata. (Fanpage.it)

L’indagine dei carabinieri, condotta avvalendosi di intercettazioni telefoniche ed ambientali, unite ad una attività di osservazione a distanza, si è conclusa ad aprile 2021 e ha consentito di identificare compiutamente le persone gravemente indiziate della violenza Già nell’immediato sono state avviate le prime attività finalizzate a identificare le persone presenti e i colpevoli del delitto; contestualmente la ragazza era stata accompagnata presso l’Ospedale San Pietro di Roma dove le erano state diagnosticate lesioni guaribili in 30 giorni. (Giornale di Sicilia)

La ragazza venne accompagnata in ospedale dove le vennero riscontrate lesioni guaribili in 30 giorni. L’indagine venne avviata a seguito della denuncia formalizzata il 2 gennaio dello scorso anno dalla ragazza, che all’epoca non aveva ancora compiuto 17 anni. (Gazzetta di Parma)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr