Imprese ed enti locali, contributi fino a 10 milioni dal MISE: come partecipare al bando

Money.it ECONOMIA

Ciascun soggetto responsabile può presentare una sola domanda di assegnazione dei contributi relativa a un solo progetto pilota.

Come anticipato, i 100 milioni stanziati andranno ripartiti tra PMI ed enti locali.

Imprese ed enti locali, chi può fare domanda per i contributi del MISE. Tutte le informazioni relative ai contributi in arrivo si trovano sul sito del MiSE.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato il bando dedicato a imprese (PMI) ed enti locali: sono stati stanziati 100 milioni di euro, e ogni progetto potrà avere contributi fino a 10 milioni. (Money.it)

Se ne è parlato anche su altri media

I DETTAGLI DEL BANDO. L’ammontare massimo del contributo pubblico concedibile per singolo progetto è pari a 125mila euro GALLO: «ATTENZIONE A FILIERA». (Corriere di Lamezia)

Devono, inoltre, aver ottenuto la registrazione, presso Euipo, del marchio dell’Unione europea oggetto della domanda di partecipazione. Qualora un’impresa possa richiedere l’agevolazione per più marchi, occorre che venga presentata una domanda per ciascuno di essi, pena l’inammissibilità della domanda. (Innovation Post)

Incentivi PMI, con la notizia del 2 agosto 2021 il MISE rende note le date a partire dalle quali le piccole e medie imprese potranno presentare le domande previste per i nuovi bandi. Incentivi PMI, domande per i nuovi bandi Brevetti+, Disegni+ e Marchi+ a partire dal 28 settembre. (Informazione Fiscale)

L'intervento, previsto anche nell'ambito del PNRR, si pone l'obbiettivo di favorire la brevettabilità delle innovazioni tecnologiche e la valorizzazione di marchi e disegni Tale intervento mira a sostenere la capacità innovativa e competitiva delle PMI attraverso la valorizzazione e lo sfruttamento economico dei brevetti sui mercati nazionale e internazionale. (Sky Tg24 )

Agevolazioni imprese, il MISE pubblica un nuovo bando da 100 milioni di euro per favorire la transizione ecologica, l’autoimprenditorialità, il turismo, la cultura e la riqualificazione aree urbane. I destinatari dei contributi sono PMI ed enti locali che realizzeranno progetti pilota innovativi per favorire la promozione e lo sviluppo del sistema produttivo in Italia. (Informazione Fiscale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr