Banda paramilitare di 300 orfani romeni addestrati per rapinare gioiellerie

Imparavano a usare mazze e asce, a cambiarsi in fretta di abiti, a fuggire senza lasciare tracce, a dormire all'aperto e a resistere anche a climi rigidi. E chi sbagliava subiva persino punizioni corporali. Appartengono a una specie di gruppo ... Fonte: Il Secolo d'Italia Il Secolo d'Italia
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.
Loading....