Fisco, ipotesi accorpamento Riscossione-Entrate. Debiti fiscali non riscossi per quasi mille miliardi

la Repubblica ECONOMIA

Sono le prospettive contenute nella Relazione sulla riscossione inviata al Parlamento dal ministro dell'Economia, Daniele Franco.

Si indicano dunque la revisione del meccanismo di controllo e di discarico dei crediti non riscossi.

ondere Agenzia delle entrate e Agenzia della riscossione.

Ciò consentirebbe di ridurre lo stock dei crediti arretrati che si sono accumulati in oltre 20 anni ed evitare che in futuro si possa creare un nuovo consistente 'magazzino'"

E svuotare automaticamente il magazzino da quasi mille miliardi di debiti fiscali non riscossi, che ormai sono una posta contabile che solo in minima parte ha possibilità di esser recuperata. (la Repubblica)

La notizia riportata su altri giornali

Aosta: riscossione crediti, inviate prime lettere ai Top 100 debitori. Sul piatto circa 34 milioni di euro di crediti da riscuotere; Borre: «Attivata da tempo banca dati unica per le riscossioni». «Chiediamo – ha concluso – di provvedere alla riscossione coattiva e di mettere mano a metodi più persuasivi, istituendo un ufficio unico delle entrate». (gazzettamatin.com)

4 ' di lettura. Nell’attuale condono cartelle esattoriali rientrano invece anche molti crediti che sono ritenuti inesigibili (The Wam.net)

Il governo è pronto a modificare i sistemi attraverso i quali i contribuenti morosi possono regolarizzare a rate i lori debiti fiscali. Anche il contenzioso, osserva il governo, «ne risulterebbe semplificato: il contribuente che riceverà una cartella chiamerà in giudizio un soggetto solo» (ilmessaggero.it)

Le risorse che dovrebbero finanziarla verranno prese dai soldi recuperati dall’evasione. Il Ministero dell’Economia e Finanza sta predisponendo la riforma del Fisco, che prevede anche il nuovo patto con i cittadini. (I-Dome.com)

Nel frattempo, dal primo settembre, sono in arrivo milioni di cartelle esattoriali arretrate per i contribuenti italiani. 4 ' di lettura. Cartelle esattoriali, il governo ha deciso di adottare la linea dura contro i morosi cronici, quelli che dopo aver ottenuto la rateizzazione del debito continuano a saltare le rate. (The Wam.net)

Sono questi alcuni elementi che possono trarsi dall'atto di indirizzo predisposto dal ministero dell'economia per la politica fiscale nel triennio 2021-20231. Contrasto che sarà sempre più digitalizzato e orientato alla analisi dei dati che alimentano le banche dati fiscali per cui si punta all'interoperabilità. (Italia Oggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr