TREGUA COVID IN CENTRO ABRUZZO MA SLITTANO VACCINI DI INIZIO SETTIMANA

TREGUA COVID IN CENTRO ABRUZZO MA SLITTANO VACCINI DI INIZIO SETTIMANA
ReteAbruzzo.com INTERNO

Le forniture di vaccino arriveranno infatti solo mercoledi, con conseguente slittamento delle giornate di vaccino previste per lunedi e martedi prossimi, 19 e 20 luglio

Il coronavirus concede una nuova giornata di tregua per il Centro Abruzzo.

Sebbene vada tenuto sempre conto del fatto che i referti dei test arrivano a rilento.

Disagi invece sono all’orizzonte per la seconda dose di vaccino da inoculare a circa mille residenti in provincia dell’Aquila. (ReteAbruzzo.com)

Su altre testate

eseguiti 2403 tamponi molecolari e 3732 test antigenici, nessun deceduto, 71889 guariti (+18), 939 attualmente positivi (+15), 22 ricoverati in area medica (-3), 1 in terapia intensiva (invariato), 916 in isolamento domiciliare (+18) Pescara la provincia con il minor incremento di nuovi casi. (IlPescara)

In totale sono stati eseguiti 2403 tamponi molecolari e 3732 test antigenici, nessun deceduto è stato registrato, 71889 il numero dei guariti (+18) e 939 la cifra degli attualmente positivi (+15). In questo sabato 17 luglio, risultano 34 i nuovi positivi in Abruzzo (di età compresa tra 9 e 77 anni – 10 in provincia dell’Aquila, 7 in provincia di Chieti, 4 in quella di Pescara e 11 in quella di Teramo), mentre 1 cittadino risulta con residenza in accertamento. (AbruzzoLive)

GIOVANI TERAMANI FERMI A DUBAI. «La situazione è sotto controllo, la vaccinazione procede spedita, l'Abruzzo supera la media nazionale e vacciniamo 10 mila persone al giorno. 'INDICE RT E' SOTTO CONTROLLO MA ORA LA PIU' COLPITA E' LA FASCIA 30-39 E I RAGAZZI SOTTO I 20 ANNI. (Certa stampa)

Coronavirus: 34 nuovi casi e 18 guariti, ma cala la pressione ospedaliera

Claudio D’Amario dalla quale si apprende che è stato richiesto un approfondimento alla ASL e ai settori interessati circa i casi segnalati”. “La valutazione nonostante richiamasse la persistenza di comportamenti problematici ha ritenuto quindi indicare la riduzione delle prestazioni a favore del bambino (AbruzzoLive)

La diffusione del virus, le sue mutazioni e la sua aggressività rendono necessario il raggiungimento di una elevata copertura vaccinale per prevenire recrudescenze. Chi va all’estero deve essere consapevole che sta accettando anche la possibilità di essere seguito dal sistema sanitario del posto». (ilmessaggero.it)

La più colpita, con 11 casi, è la provincia di Teramo, seguita da quella dell'Aquila (10), Chieti (7) e Pescara (4). I contagi riguardano persone di età compresa fra 9 e 77 anni. (ChietiToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr