In Myanmar continuano le proteste, Facebook chiude la pagina dell’esercito

In Myanmar continuano le proteste, Facebook chiude la pagina dell’esercito
La Sentinella del Canavese ESTERI

Il bando di Facebook è arrivato mentre Internet in Myanmar è stato bloccata per la settima notte consecutiva e all'indomani dell'uccisione di due manifestanti anti-golpe a Mandalay, seconda città più grande del Paese.

Sua moglie ha raccontato che gli agenti hanno fatto irruzione in casa e lo hanno portato via senza specificare dove

Intanto, è emerso che polizia ha arrestato un famoso attore, Lu Min per il suo supporto alle proteste. (La Sentinella del Canavese)

Ne parlano anche altri media

TG di martedì 16.02.2021 Sempre oggi, sabato, migliaia di persone sono scesi per le strade di Yangon, la capitale economica, in omaggio alla prima vittima della repressione militare, la ventenne Mya Thwate Thwate Khaing, morta dopo essere stata colpita alla testa durante una protesta. (RSI.ch Informazione)

Intanto, è emerso che polizia ha arrestato un famoso attore, Lu Min per il suo supporto alle proteste. Il bando del social network è arrivato mentre nel Paese in rivolta Internet è bloccata da una settimana. (La Gazzetta di Mantova)

Dopo la chiusura di Internet per la quarta notte consecutiva, gli hacker hanno attaccato i siti web del governo militare. ''Stiamo combattendo per la giustizia a Myanmar'', si legge sulla pagina Facebook degli hacker (Rai News)

In Myanmar continuano le proteste, Facebook chiude la pagina dell’esercito

E' attiva anche online la protesta contro il colpo di Stato compiuto dai militari il primo febbraio scorso in Myanmar che ha rovesciato il governo di Aung San Suu Kyi. (la Repubblica)

(LaPresse) – Il Cdm ha nominato il generale Pietro Serino, attuale capo di Gabinetto del ministro Lorenzo Guerini, nuovo capo di Stato Maggiore dell’Esercito. Roma, 22 feb. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr