Bonus mamme da 800 euro, affrettatevi: c’è ancora poco tempo per richiederlo

ContoCorrenteOnline.it INTERNO

Proprio in tale ambito, pertanto, interesserà sapere che c’è ancora poco tempo a disposizione per poter richiedere il bonus mamme da 800 euro.

Tra questi il cosiddetto bonus mamma domani, che si presenta come un premio alla nascita una tantum da 800 euro.

C’è ancora poco tempo per poter richiedere il bonus mamme da 800 euro.

Ricordiamo, però, che c’è ancora poco tempo a disposizione per poter usufruire di tale bonus

Bonus mamme da 800 euro, c’è ancora tempo fino al 31 dicembre: chi ne ha diritto e come richiederlo. (ContoCorrenteOnline.it)

La notizia riportata su altri giornali

Uno dei timori maggiori della famiglie, con l’introduzione dell’assegno unico, era quello di perdere il diritto alle detrazioni figli a carico per quei figli, con età superiore ai 21 anni, che non avrebbero beneficiato della nuova misura. (Orizzonte Scuola)

Assegno unico universale figli: quando viene pagato. La decorrenza dell’assegno unico universale figli va dal mese di marzo dell’anno di presentazione della domanda al mese di febbraio dell’anno successivo. (Money.it)

Importanti cambiamenti in vista con l’arrivo del 2022 con molti bonus e detrazioni a rischio, mentre altri saranno confermati. Bonus e detrazioni a rischio, occhio alle novità del 2022: quali resteranno e quali saranno aboliti. (ContoCorrenteOnline.it)

Bonus giornali e riviste 2022: con la legge di Bilancio 2021 il governo ha stanziato 25 milioni di euro per coprire le erogazioni nel biennio 2021-2022. Dopo il Bonus Terme, il Bonus Verde e l’agevolazione dedicata alle future mamme, è già data per certa la riconferma per l’anno prossimo del bonus giornali e riviste. (CheDonna.it)

e falle di un sistema ancora incompleto (e povero) di sostegni alle famiglie. Perché l’introduzione dell’assegno unico universale potrebbe produrre tagli più o meno rilevanti in busta-paga? Perché il nuovo sistema definisce l’importo della prestazione sulla base del reddito Isee e non più sul reddito Irpef e questo cambia la tecnicalità del calcolo. (Il Sussidiario.net)

Su questi aspetti è necessario attendere le norme che nell’ambito della riforma fiscale, non soltanto sopprimeranno i bonus per la genitorialità (come il bonus bebè) ma soprattutto porteranno a termine il riordino delle detrazioni IRPEF In ogni caso, con l’introduzione dell’assegno unico, continuano ad esserci aiuti per le famiglie, con la riforma che ne comporta un riordino complessivo. (PMI.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr